Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
SCIENZE GEOLOGICHE

Geografia fisica con elementi di astronomia

8

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 46 20 10 109

Periodo

AnnoPeriodo
I anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201325/01/2014

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
baseDiscipline geologicheGEO/046
baseDiscipline fisicheFIS/052


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. MOZZI PAOLOGEO/04Dipartimento di Geoscienze

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Dott. CLAUDI RICCARDOContrattoN.D.FACOLTA' DI SCIENZE MM.FF.NN.

Attività di Supporto alla Didattica

Esercitatore
Dott. ROSSATO SANDRO
Dott. ZANONER THOMAS

Bollettino

Nozioni di base di fisica, chimica e matematica acquisite nella scuola superiore.

Lo studente apprenderà gli aspetti di base e le dinamiche dell’atmosfera, dell’idrosfera e della criosfera. Sarà introdotto alla classificazione dei climi e alle problematiche di rappresentazione cartografica. Acquisirà conoscenze relative all’origine e struttura del sistema solare, alla radiazione solare e alle sue variazioni cicliche. Svilupperà abilità di lettura di carte topografiche, interpretazione delle morfologie elementari, calcolo di coordinate e di parametri morfometrici del rilievo.

Il corso si articola in 46 ore di lezioni frontali, 20 ore di esercitazioni, due escursioni giornaliere. I contenuti del corso sono impartiti attraverso lezioni frontali, sia per la componente geografico fisico (32 ore), sia per quella astronomica (14 ore). Nelle esercitazioni si effettueranno: la lettura in chiave geografico fisica delle tavolette in scala 1:25.000 e delle CTR in scala 1:10.000 e 1:500; la redazione di profili topografici; il calcolo di coordinate geografiche e chilometriche e di parametri topografici quali pendenza, inclinazione e sviluppo del versante. Nell’escursione di geografia fisica si applicheranno le abilità sviluppate nei laboratori e si effettueranno osservazione geomorfologiche. Nell’escursione di astronomia si osserveranno fenomeni astronomici, direttamente in osservatorio o riprodotti in planetarium.

Geografia fisica Forma della Terra. Reticolato geografico. Proiezioni cartografiche. Geoide e ellissoide. Determinazione della posizione di un punto. Coordinate. Triangolazione. Movimenti della Terra e loro conseguenze. Moti della Luna. L'atmosfera: suddivisione verticale, composizione. Radiazione solare, bilancio della radiazione e bilancio dell'energia. La temperatura: distribuzione e regimi. La pressione, i venti e i sistemi della circolazione globale. Masse d'aria, fronti e perturbazioni cicloniche. Umidità e processi di condensazione. Distribuzione e regimi delle precipitazioni. L'idrosfera. Ciclo idrologico e bilancio idrico globale. Composizione e stratificazione dell'acqua marina, moto ondoso, correnti marine, maree. Bilancio idrologico dei corsi d'acqua e dei laghi. Regimi dei corsi d'acqua italiani. La criosfera: permafrost e sistemi glaciali attuali. I climi della Terra: definizioni e criteri di classificazione. Climi equatoriali e tropicali. Climi delle medie latitudini. Climi artici e polari. Climi di montagna. I climi d'Italia. Principali forme del rilievo prodotte dai ghiacciai alpini, dai fiumi e dai fenomeni carsici. Esercitazioni: le carte topografiche dell'I.G.M. e la Carta Tecnica Regionale del Veneto; lettura ed interpretazione morfologica. Profili topografici. Le coordinate geografiche, UTM e Gauss-Boaga. Astronomia Supernovae, raggi cosmici, struttura, composizione e attività del Sole, origine e struttura del sistema solare, meteoriti e craterizzazione, atmosfere e clima nei pianeti del sistema solare, magnetosfera, teoria di Milankovic. Sono previste due escursioni giornaliere. L’escursione di geografia fisica si svolge in area montana o collinare con attività di terreno quali: lettura della carta topografica e orientamento, rilevamento topografico, interpretazione e mappatura delle forme elementari del rilievo, osservazione di affioramenti in roccia e depositi quaternari, utilizzo dei gps palmari. L’escursione di astronomia consiste nella visita all’osservatorio astronomico di Asiago e/o planetarium.

Prova scritta con domande aperte; prova pratica di cartografia; discussione orale degli elaborati.

Apprendimento dei contenuti del corso.

Strahler A.H., Geografia Fisica. Padova: Piccin, 1984 McKnight T.L., Hess D., Geografia Fisica. Padova: Piccin, 2005 Sauro U., Meneghel M., Bondesan A., Castiglioni B., Dalla carta topografica al paesaggio. Firenze: Litografia Artistica Cartografica, 2011 Galletta G., Cosmos 2009 Viaggio alla scoperta dell'Universo. Treviso: Museo di Storia Nat. e Archeol. di Montebelluna, 2008

Materiale didattico fornito dal docente e testi di riferimento.