Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
STATISTICA E GESTIONE DELLE IMPRESE

Statistica 1

0

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 46 18 8 69

Periodo

AnnoPeriodo
I anno3 trimestre

Frequenza

Facoltativa

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
07/04/201421/06/2014

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
base Nessun ambitoSECS-S/010


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. ADIMARI GIANFRANCOSECS-S/01Dipartimento di Scienze Statistiche

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Dott. BONAMIN MARIO ANTONIOContratto
Dott.ssa CATTELAN MANUELAContrattoSECS-S/01Dipartimento di Scienze Statistiche

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste

Bollettino

Conoscenza dei contenuti degli insegnamenti di: - Istituzioni di analisi matematica 1 - Algebra lineare 1 - Istituzioni di calcolo delle probabilità

Lo scopo dell'insegnamento è guidare gli studenti all'uso di semplici strumenti di analisi dei dati, utili per l'analisi empirica in varie discipline. Il contenuto dell'insegnamento è un'introduzione ai metodi di Statistica Descrittiva e di Inferenza Statistica nelle scienze sperimentali ed osservazionali.

La didattica complessiva è di 72 ore per studente. L'insegnamento si svolge: - in aula "classica" per le lezioni di teoria e le esercitazioni (ore previste per ciascun studente: 46 e 18, rispettivamente); - in aula informatica per i laboratori informatici con R (ore previste per ciascun studente: 8).

PRIMA PARTE – STATISTICA DESCRITTIVA - Popolazione; unità statistica; caratteri e variabili; modalità. - Tabelle semplici; frequenze assolute, relative e cumulate. - Istogramma e rappresentazioni grafiche. - Misure di posizione: le medie; quartili e quantili. - Diagrammi a scatola con baffi. - Funzione di ripartizione empirica. - Misure di variabilità e mutabilità. - Cenni sulla asimmetria e curtosi. - Media e varianza di una trasformazione lineare dei dati. - Standardizzazione dei dati. - Scomposizione della media aritmetica e della varianza per sottopopolazioni. - Tabelle a doppia entrata; distribuzioni marginali e condizionate; frequenze assolute e relative. - Dipendenza in distribuzione. - Dipendenza in media. - Dipendenza lineare: regressione e correlazione semplice. SECONDA PARTE – STATISTICA INFERENZIALE - Popolazione; campione casuale; inferenza statistica. - Parametri; stimatori; stime. - Momenti campionari e loro distribuzione, con riferimento al modello normale. - Teorema del limite centrale. - Variabili casuali collegate alla normale. - Stima puntuale; stima intervallare; verifica delle ipotesi. - Metodi di stima: dei momenti; di massima verosimiglianza; dei minimi quadrati. - Criteri di valutazione degli stimatori: non distorsione; errore quadratico medio; consistenza. - Verifica delle ipotesi: test statistico; livello di significatività; funzione potenza. - Problemi sulle medie. - Problemi sulle varianze. - Problemi sulle proporzioni. - Problemi di indipendenza, omogeneità, adattamento con dati di frequenza.

Esame con prova scritta e orale. L'iscrizione all'esame via Uniweb è obbligatoria. I candidati devono presentarsi alla prova muniti di libretto universitario e di un valido documento d'identità.

Comprensione della teoria che giustifica le tecniche statistiche presentate nel corso. Capacità di applicare correttamente tali tecniche per l'analisi di dati.

Giuseppe Cicchitelli, Statistica. Principi e metodi. : Pearson Education, 2008

TESTI DI CONSULTAZIONE - Anna Clara Monti, «Introduzione alla statistica», Edizioni Scientifiche Italiane, 2003. - S. M. Iacus, G. Masarotto, «Laboratorio di statistica con R», McGraw-Hill,Milano, 2003. - F. Pauli, N. Torelli, M. Trevisani, «Statistica. Esercizi ed esempi», Pearson Education, 2008.