Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
BIOLOGIA EVOLUZIONISTICA ORD. 2009

Immunobiologia comparata e saggi immunologici

8

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 48 0 32 85

Periodo

AnnoPeriodo
II anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201424/01/2015

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline del settore biodiversit e ambienteBIO/054
caratterizzanteDiscipline del settore biodiversit e ambienteBIO/064


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. BALLARIN LORIANOBIO/05Dipartimento di Biologia

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Dott.ssa TAVANO REGINAAffidamentoMED/04DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE - DSB

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste

Bollettino

Conoscenze di biologia cellulare, fisiologia animale, biochimica.

Immunobiologia comparata: Il corso intende fornire una visione d’insieme dell’immunità nei Metazoi, con particolare riferimento all’immunità innata ed ai meccanismi effettori ad essa correlati. Saggi immunologici: Comprendere nel dettaglio e in modo concreto i principali approcci metodologici, e le apparecchiature relate, attualmente a disposizione che si basano sull'uso della molecola anticorpale. Conoscere a fondo le potenzialità esclusive del tool anticorpale nel determinare la quantità di altre molecole in una preparazione biologica o la loro distribuzione tissutale, inter- e intra-cellulare.

Il corso prevede lezioni frontali e attività di laboratorio sia nella prima sia nella seconda parte. Le attività di laboratorio caratterizzeranno quasi completamente la seconda parte, maggiormente concentrata sull'immunità adattativa, mentre nella prima parte si terranno alcune semplici esperienze atte ad evidenziare le risposte immunitarie degli invertebrati.

Immunobiologia comparata: - Immunità innata e specifica: un confronto. Principali tappe nell’evoluzione dell’immunità. Componenti dell’immunità innata. - Cellule dell’immunità adattativa: linfociti e cellule accessorie. Organi linfoidi. - Molecole MHC di classe I e classe II. Processazione dell’Ag. Sinapsi immunologica. - Riconoscimento dell’Ag: anticorpi e T-cell receptor. Maturazione linfocitaria. - Cellule dell’immunità innata: fagociti e cellule citotossiche. Sistemi circolatori, organi emopoietici ed immunociti negli invertebrati. - Trasduzione del segnale nelle risposte immunitarie. Recettori 7TM e proteine G trimeriche. Recettori ad attività tirosin-chinasica e proteine G monomeriche. Vie delle MAP chinasi e della IP3K. Fattori di trascrizione. Motivi ITAM, ITIM e YINM. - PAMP e PRR. TLR, recettori lectinici, recettori TREM, siglecs, NLR, PGRP. - Endocitosi. Fagocitosi: interazione fagocita-particella estranea. Burst respiratorio: ROS e RNS. - Cellule NK in vertebrati ed invertebrati. Sistema di attivazione della profenolossidasi. - Incapsulamento: nodulazione e formazione della capsula. Lectine coinvolte. Melanizzazione - Fattori umorali nell’immunità innata: peptidi antibatterici, lisozima, lectine e agglutinine, sistema del complemento e sua evoluzione. - Citochine e chemochine, loro recettori e vie di trasduzione attivate. Citochine negli invertebrati. - Infiammazione. Molecole di adesione immunociti-endotelio: selectine, molecole della superfamiglia delle Ig. - Coagulazione in vertebrati ed invertebrati. - Alloriconoscimento e colonialità. Sistemi di istocompatibilità negli invertebrati. - Apoptosi e immunità. Via intrinseca ed estrinseca. Riconoscimento delle cellule senescenti. Autofagia - Interazioni parassita-ospite. Batteri intra- ed extra-cellulari, funghi, protisti, metazoi. Saggi immunologici (parte del corso metodologico-tecnica) - Preparazione e ottenimento degli Ag. Loro conservazione. Coniugazione a carrier. Adiuvanti, preparazione dell'immunogeno. Animali produttori, modalità di iniezione. Dosi antigeniche nell'immunizzazione, tempistica richiami. Bleeding, conservazione sieri. Asciti. - Tecniche di purificazione anticorpale: isolamento di IgG. Proteina A, G e L. Purificazione per affinità con l'Ag. Tipizzazione e quantificazione dell'Ab. Calcolo del titolo anticorpale. Cenni di sierologia. - Modifica anticorpale: iodinazione, marcatura fluorescente (caratteristiche generali dei principale fluorofori), biotinilazione (avidina-avidina HRP), coniugazione a enzimi (HRP, PA), coniugazione a particelle di oro colloidali. - Western blot, dot blot. - Immunoprecipitazione, co-immunoprecipitazione, purificazione antigenica mediante immuno-cromatografia. - Immunostaing cellulari: batteri, lieviti, cellule eucariotiche animali o vegetali, - Fissazione, permeabilizzazione, staining e detezione. Microscopia confocale laser. fotobleaching-antibleaching. - Saggi immunologici diretti e indiretti, a cattura anticorpale a cattura antigenica a sandwich. - Array immunologici bidimensionali o in sospensione. Quantificazione multipla con tecnologia Luminex: aspetti metodologici della misura. - Citofluorimetria a flusso. Immunostaining, quantificazione. - Protein microarray. Microarray analitico e microarray funzionale. Agenti di cattura (aptameri e affibody). Array di Ab. - Biosensori. Microcantilever, nanofili, nanotubi e biobarcode. Struttura e caratteristiche. Metodi di rilevazione del segnale (Immuno-PCR, Spettroscopia Raman, quantum dots). - Esperienze di Laboratorio: Immunoprecipitazione di IgA della saliva, SDS-PAGE e Western Blot; ELISA per quantificazione di IgA dalla saliva.

Verifica scritta e orale

Sarà valutato il grado di apprendimento di quanto presentato a lezione e la capacità di approfondire le tematiche affrontate con analisi personali della letteratura scientifica relativa.

Abbas, Lichtman, Fondamenti di Immunologia.. : Piccin Editore,

Verrà fornita agli studenti una lista di articoli scientifici riguardanti temi trattati per l'approfondimento personale.