Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
BIOTECNOLOGIE ORD. 2011


8

Piano di studio MEDICO

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 64 0 0 102

Periodo

AnnoPeriodo
III anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201424/01/2015

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
affine/integrativo Nessun ambitoMED/048


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa GORZA LUISAMED/04DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE - DSB

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Prof. ROSATO ANTONIOIstituzionaleMED/04DIPARTIMENTO DI SCIENZE CHIRURGICHE ONCOLOGICHE E GASTROENTEROLOGICHE DISCOG

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Lo studente dovrà possedere nozioni adeguate di Anatomia e Fisiologia Umana, Microbiologia, Biochimica e Biologia Molecolare.

Il corso sarà articolato in due moduli Imunologia e Principi di Patologia e Fisiopatologia. Il modulo di Immunologia introdurrà lo studente allo studio dei meccanismi caratterizzanti la risposta immunitaria. In particolare, verrà illustrato: • come il sistema immunitario sia organizzato in cellule e tessuti; • le modalità di riconoscimento dell'antigene e il processo di espansione della risposta immune; • i componenti effettori della risposta immunitaria e le modalità di eliminazione degli agenti estranei; • i meccanismi centrali e periferici di regolazione della risposta immune e la tolleranza immunologica. Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di: 1. Descrivere i componenti essenziali del sistema immunitario; 2. descrivere le modalità di sviluppo di una risposta immune e i meccanismi effettori operanti 3. comprendere le potenzialità biotecnologiche insite nella manipolazione della risposta immunitaria Il modulo di Principi di Patologia e Fisopatologia verterà sui meccanismi responsabili della perdita dell’omeostasi cellulare e della comparsa di patologie a livello della singola cellula, di apparato-sistema e dell’intero organismo. In particolare verrà illustrato: - come gli agenti eziologici interferiscano con i meccanismi di controllo omeostatico; - quali siano le risposte di cellule e tessuti (morte, degenerazione, stress cellulare, proliferazione/ipertrofia, infiammazione, neoplasia) - come l’instaurarsi delle risposte cellulari e tissutali provochi modificazioni funzionali e strutturali dell’organismo descrivibili come lesioni e malattia. Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di: 1) aver compreso i meccanismi patologici che sono alla base delle malattie umane, 2) essere in grado di trasportare queste conoscenze nella patologia degli apparati e sistemi che verranno trattati in particolare 3) conoscere il contributo e la potenzialità delle tecniche biotecnologiche alla caratterizzazione genetico-funzionale dei quadri fisiopatologici presentati.

Il corso verrà svolto con lezioni frontali mediante l’ausilio di videoproiezione (Powerpoint) ed eventuale collegamento in rete (visualizzazione di quadri istopatologici da archivi-on-line). Gli aspetti di istopatologia verranno discussi in aule dotate di microscopio ottico individuale.

Modulo di Immunologia (Prof. A Rosato, CFU: 2) • Caratteristiche generali del sistema immune, cellule ed organi • Immunità innata • Molecole con funzione recettoriale: le immunoglobuline e il recettore per l'antigene dei linfociti T (TCR) • Generazione della diversità anticorpale e del TCR • Il complesso maggiore di istocompatibilità (MHC), processazione e presentazione dell'antigene • Riconoscimento dell'antigene ed attivazione linfocitaria • Fase effettrice della risposta immunitaria: complemento, citochine, risposte umorali e cellulo-mediate • Tolleranza centrale e periferica Modulo di Principi di Patologia e Fisiopatologia (Prof. L Gorza, CFU: 6) - Definizione di eziologia e di patogenesi. Tipi di danno. La risposta cellulare al danno non letale. - Risposte cellulari di tipo adattativo: ipossia, ischemia, precondizionamento; iperplasia, ipertrofia, atrofia, metaplasia. Aspetti istopatologici principali. - Il danno irreversibile: la necrosi, l’apoptosi o morte cellulare programmata. Il danno da ischemia e da riperfusione - Le difese dell’organismo contro patogeni e non. L’inflammasoma. La piroptosi. La chemiotassi. La fagocitosi. L’infiammazione acuta. Mediatori chimici dell’infiammazione. L’infiammazione cronica. Aspetti istopatologici principali. - Processi rigenerativi e riparativi. Cicatrizzazione e fibrosi. Disfunzioni dei processi riparativi: la cirrosi epatica. - La proliferazione neoplastica. Aspetti generali di classificazione ed epidemiologia delle neoplasie. Effetti locali e sistemici delle neoplasie. Basi molecolari dei tumori. Oncogeni e oncosopressori. Cancerogenesi fisica, chimica, virale, ormonale. - Fisiologia e patologia dell’emostasi. La disfunzione endoteliale. Ruolo dell’endotelio vascolare, delle piastrine, dei fattori della coagulazione nell’emostasi. Le malattie emorragiche. Trombosi e stati trombofilici. L’ateroma. Fattori di rischio dell’aterosclerosi. - Fisiopatologia del sistema emopoietico (anemie, emoglobinopatie, patologie della sintesi dell’eme e dell’emoglobina) - Fisiopatologia generale del cuore: l’insufficienza cardiaca - Fisiopatologia del sistema endocrino: ipo e ipersecrezione ormonale; la resistenza ormonale.

Esame scritto con quesiti a risposta aperta.

La valutazione si baserà sulla capacità dello studente di inquadrare i problemi trattati nel corso e di riferirne le caratteristiche salienti, con particolare attenzione alle ricadute di interesse biotecnologico. Si terrà conto in modo ponderato delle conoscenze impartite nei due moduli.

Robbins and Cotran, Molecular basis of disease. : Mac Millan, Abbas, Lichtman, Pillai, Immunologia cellulare e molecolare. : Elsevier, Robbins and Cotran, Le basi patologiche delle malattie. : Elsevier Italia, 2010

Saranno forniti i file utilizzati durante le lezioni come guida al programma e alcuni articoli in Inglese su argomenti non ancora reperibili nei testi o riguardanti aspetti di interesse biotecnologico.