Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
CHIMICA


10

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 56 10 24 102

Periodo

AnnoPeriodo
II anno2 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
02/03/201512/06/2015

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline chimiche inorganiche e chimico-fisicheCHIM/0310


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. BIFFIS ANDREACHIM/03Dipartimento di Scienze Chimiche

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Prof.ssa TUBARO CRISTINAAffidamento direttoCHIM/03Dipartimento di Scienze Chimiche
Prof.ssa TUBARO CRISTINAAffidamentoCHIM/03Dipartimento di Scienze Chimiche

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Conoscenze di chimica generale.

Si intende dare una visione completa delle proprietà degli elementi e dei loro composti principali. Accanto agli aspetti sintetici saranno illustrati gli aspetti più significativi della loro reattività in soluzione.

Il corso prevede 56 ore di aula i cui contenuti saranno illustrati prevalentemente con schemi alla lavagna, supportati da diapositive. I ritmi della lezione sono pensati in modo da garantire agli studenti una comprensione diretta degli argomenti trattati e la stesura di appunti dettagliati. Nelle 10 ore di esercitazione verranno ripresi e approfonditi alcuni aspetti delle lezioni di aula e verranno illustrate e discusse le esperienze da effettuare in laboratorio. La parte di laboratorio prevede di effettuare esperienze di sintesi in gruppi da 2-3 persone.

LEZIONI IN AULA Fondamenti di Chimica Inorganica Livelli energetici in atomi mono- e plurielettronici. Effetto di schermo e regole di Slater. Ordine di riempimento degli orbitali atomici e costruzione della Tavola periodica. Elementi dei blocchi s, p, d ed f. Breve introduzione ai concetti riguardanti: Il legame chimico. Il legame ionico nelle molecole e nei cristalli. Il legame covalente secondo i metodi del legame di valenza e dell’orbitale molecolare. Le molecole biatomiche omo- ed eteronucleari. Molecole poliatomiche: relazioni tra geometria e struttura elettronica. Chimica degli elementi di non transizione: gruppi 1, 2, 13, 14, 15, 16, 17, 18. Per ogni gruppo e periodo saranno ripresi ed approfonditi i concetti già illustrati nel corso di Chimica Generale ed Inorganica con particolare riguardo a: proprietà periodiche degli elementi e dei loro acquoioni, variazioni di proprietà all’interno di un gruppo, sintesi e reattività degli elementi e dei composti più comuni (come, ad es., idruri, ossidi, alogenuri, ossiacidi, composti metallorganici). Lo stato fisico dell’elemento, le caratteristiche acide o basiche dei suoi composti, le variazioni di caratteristiche in funzione del numero di ossidazione formale dell’atomo centrale saranno spiegate sulla base di semplici modelli che tengono conto della rapporto carica /raggio dell’elemento stesso. Per i composti dell’idrogeno, dell’ossigeno e degli alogeni dopo una descrizione delle loro proprietà all’interno di un gruppo saranno ricavate relazioni trasversali gruppo/periodo. LEZIONI IN LABORATORIO Le esercitazioni in aula illustreranno le tecniche più usate in un Laboratorio di Chimica Inorganica e daranno una decrizione dettagliata delle Esperienze di Laboratorio. Le Esperienze di Laboratorio intendono verificare sperimentalmente alcuni concetti e fenomeni illustrati nelle lezioni d'aula e verteranno su classiche reazioni quali: dissoluzione e precipitazione di composti poco solubili (sali, ossidi, idrossidi); ossido-riduzioni (attacco acido o basico su metalli), formazione di complessi.

Verranno effettuate due prove parziali scritte durante il corso; gli studenti che superano entrambe le prove potranno sostenere un esame orale relativo solo alla parte di laboratorio. In alternativa gli studenti dovranno superare un esame orale relativo ai contenuti del corso d'aula e del laboratorio. In tutti i casi la valutazione finale terrà conto anche delle relazioni di laboratorio.

Le relazioni di laboratorio verranno valutate tenendo in considerazione i seguenti criteri di massima: capacità di organizzare e discutere le informazioni; proprietà di linguaggio; capacità di collegamento fra risultati sperimentali e nozioni teoriche. L'esame orale sarà valutato secondo i seguenti criteri: aderenza delle risposte alle domande proposte; esatta distinzione tra quadro generale e nozioni di dettaglio; proprietà e sicurezza di linguaggio; capacità e prontezza nella scrittura delle equazioni chimiche; collegamento fra caratteristiche discusse e posizione dell'elemento nella tavola periodica.

P. Atkins, T. Overton, J. Rourke, M. Weller, F. Armstrong, Chimica inorganica. : Zanichelli, J.D. Lee, Chimica inorganica. : Piccin, C.E. Housecroft, A.G. Sharpe, Inorganic Chemistry. : Pearson-Prentice Hall,

Appunti di lezione Diapositive di lezione Dispense di laboratorio