Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
GEOLOGIA E GEOLOGIA TECNICA ORD. 2009

Micropaleontologia

6

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 32 0 33 94

Periodo

AnnoPeriodo
I anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201424/01/2015

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline geologiche e paleontologicheGEO/016


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa AGNINI CLAUDIAGEO/01Dipartimento di Geoscienze

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Prof.ssa FORNACIARI ELIANAIstituzionaleGEO/01Dipartimento di Geoscienze

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste

Bollettino

Conoscenze di base acquisite nei corsi di Geologia e Paleontologia

Scopo del corso è rendere lo studente famigliare con i principali gruppi di microfossili (soprattutto grazie alle esercitazioni pratiche) ed introdurlo alle metodologie, problematiche (ricostruzioni paleoambientali e biostratigrafia) e possibilità della disciplina

6 CFU (4A +2B). Sono previste 32 ore di apprendimento frontale più 27 ore di laboratorio (esercitazioni al microscopio) più un laboratorio sul terreno (escursione)

- Introduzione alla micropaleontologia: origine, principi e scopi della micropaleontologia; tecniche di raccolta, preparazione ed osservazione del materiale; metodi di studio, analisi e trattamento dati - Richiami sui principi di classificazione e sistematica: definizione e scopi della tassonomia; concetto di specie; cladogenesi ed anagenesi; caratteri omologhi ed analoghi; esempi di evoluzione convergente parallela ed iterativa nei microfossili; definizione ed esempi di paratassonomia nei microfossili; variazioni morfologiche legate al ciclo vitale nei microfossili - Richiami di Stratigrafia. Definizione e scopi della stratigrafia; cenni storici; principali organi di coordinamento per le problematiche stratigrafiche. Definizione e scopi della biostratigrafia; tipi, precisione ed affidabilità dei biorizzonti: esempi ed applicazioni pratiche. Definizione ed esempi di biocronologia, magneto e astrobiocronologia. Definizione e scopi della cronostratigrafia; unità crono-stratigrafiche e GSSP; problematiche inerenti la definizione di un GSSP: esempi - Rassegna sistematica: nella rassegna sistematica vengono forniti gli strumenti tassonomici indispensabili per il riconoscimento dei principali gruppi di microfossili. Inoltre per ciascun gruppo considerato vengono affrontate brevemente la loro biologia ed ecologia e le loro applicazioni biostratigrafiche e paleoambientali. I gruppi di microfossili studiati sono: procarioti (batteri ed alghe azzurre); nannofossili calcarei; foraminiferi; alghe calcaree bentoniche; calpionellidi e tintinnidi; pteropodi; briozoi; ostracodi; diatomee, silicoflagellati, ebridi, radiolari, conodonti, dinoflagellati, acritarchi, spore e pollini. A questa rassegna si accompagneranno esercitazioni al microscopio. In particolare verranno eseguite: - esercitazioni al microscopio per il riconoscimento dei principali gruppi (a livello di ordine/famiglia) di organismi a parete silicea e organica - esercitazioni al microscopio per il riconoscimento dei principali gruppi di nannofossili calcarei e foraminiferi (a livello di genere/specie) e datazione/considerazioni paleoambientali sui campioni studiati. Ad anni alterni l’enfasi è sui nannofossili calcarei o sui foraminiferi.

Orale

Verifica orale degli argomenti trattati durante il corso ed accertamento delle conoscenze sui principali gruppi di microfossili trattati tramite verifica al microscopio

Haq and Boersma, Introdution to Marine Microplaoentology. : Elsevier, 1978 Molina, Micropaleontologia. : Prensas Universitaria Zaragoza, 2004

dispense e guida al riconoscimento dei principali gruppi di microfossili fornite dal docente, appunti del docente in power point, slides/vetrini e residui delle collezioni didattiche contenenti materiale di riferimento