Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
SCIENZE NATURALI


8

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 46 0 36 124

Periodo

AnnoPeriodo
II anno2 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
02/03/201512/06/2015

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline di scienze della TerraGEO/018


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa FORNACIARI ELIANAGEO/01Dipartimento di Geoscienze

Altri Docenti

Non previsti.

Attività di Supporto alla Didattica

Esercitatore
Dott.ssa BOSCOLO GALAZZO FLAVIA
Dott.ssa FORTE GIUSEPPA

Bollettino

Conoscenze elementari di Geologia. Lo studente beneficerà delle conoscenze acquisite nei corsi di Chimica, Mineralogia e Zoologia.

Il corso si propone di fornire i principi fondamentali della Paleontologia, con riferimento particolare al significato dei fossili nella teoria dell’Evoluzione e della applicazione dei fossili nelle ricostruzioni stratigrafiche e paleoambientali. Viene anche fornito un quadro sintetico della storia della Vita sulla Terra.

Lezioni frontali in aula. Laboratori di riconoscimento macroscopico di fossili in aula; due Laboratori (escursioni) sul campo. I laboratori vengono introdotti dal docente, che espone il percorso didattico da seguire; successivamente gli studenti, in piccoli gruppi, proseguono il lavoro in autonomia discutendo con i docenti.

Paleontologia: definizione, sviluppo storico, suddivisioni ed applicazioni. Rapida rassegna dei principali gruppi fossili: microfossili, invertebrati, vertebrati e resti vegetali. Come si formano i fossili: biostratinomia e tafonomia. Il concetto di specie in Paleontologia e richiami di sistematica, tassonomia, classificazione e nomenclatura. Fossili ed ambiente (Paleoecologia e Paleoclimatologia). I Fossili nel Tempo (Biostratigrafia). I Fossili nello spazio geografico (cenni di Paleobiogeografia). Fossili ed Evoluzione. Cenni dei contributi della Paleontologia ai problemi della Microevoluzione. La Macroevoluzione con particolare riferimento alle grandi estinzioni di massa, le loro modalità e cause ed al loro ruolo nell’evoluzione. Le grandi tappe della storia della Vita sulla Terra: La vita nel Precambriano; i primi metazoi (la fauna di Ediacara e del Tommotiano); l’esplosione Cambriana (le faune tipo “Burgess Shale”) ed il biota Cambriano; la radiazione Ordoviciana, la conquista dell’ambiente terrestre ed il biota Paleozoico; la crisi del Permiano terminale ed il biota moderno. Le principali “novità” evolutive del Mesozoico e del Cenozoico. Nell’ambito delle attività di laboratorio vengono forniti gli strumenti tassonomici indispensabili per il riconoscimento dei principali gruppi di invertebrati fossili. Per ciascun gruppo considerato ne vengono anche accennate la biologia, l’ecologia e l’eventuale valenza stratigrafica e paleoambientale. I gruppi di invertebrati fossili studiati sono: spugne, coralli, briozoi, brachiopodi, bivalvi, gasteropodi, cefalopodi (nautiloidi, ammonoidi e belemniti) echinodermi (echinidi e crinoidi), trilobiti e graptoliti.

Prova pratica di riconoscimento e descrizione di esemplari di invertebrati fossili, cui seguirà una verifica orale con domande aperte.

Grado di "familiarizzazione" con i paradigmi della disciplina, e del suo significato nella Storia naturale e, più in generale, nella cultura scientifica. Grado di apprendimento delle tecnicalità della disciplina e dei suoi collegamenti con altre branche della Storia naturale. Capacità espositive degli argomenti trattati.

Prothero DR, Bringing Fossil to Life: An Introduction to Paleobiology. : McGraw-Hill,

Appunti dello studente e dispense didattiche caricate dal docente sul sito di e-learning.