Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
SCIENZE STATISTICHE

Modelli statistici per le scelte economiche discrete e dati di durata

8

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 30 0 26 69

Periodo

AnnoPeriodo
II anno2 semestre

Frequenza

Facoltativa

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
02/03/201512/06/2015

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
affine/integrativo Nessun ambitoSECS-S/038


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. PAGGIARO ADRIANOSECS-S/03Dipartimento di Scienze Statistiche

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Prof.ssa BASSI FRANCESCAIstituzionaleSECS-S/03Dipartimento di Scienze Statistiche

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste

Bollettino

Buona conoscenza dei problemi di specificazione, stima e interpretazione dei risultati in un modello lineare. Conoscenze di base di modelli per dati panel e modelli non-lineari.

L’analisi dei comportamenti in presenza di scelte economiche discrete è fondamentale in numerosi settori dell’economia (si pensi ad esempio alla scelta se lavorare o no, se acquistare o meno un prodotto, ecc.). Una caratteristica di rilievo nei diversi ambiti applicativi è la potenziale presenza di una dinamica del comportamento, che dipende congiuntamente dalle caratteristiche individuali e dagli eventi passati. L’obiettivo del corso è presentare i principali modelli che consentono di analizzare le scelte discrete in un contesto dinamico, con l’utilizzo di dati longitudinali. In questo modo è possibile, ad esempio, seguire la storia di un individuo per un determinato periodo, ed attraverso informazioni ripetute distinguere fra una vera dipendenza del comportamento dagli eventi passati ed una dipendenza “spuria” legata al persistere delle medesime caratteristiche individuali nel tempo.

Lezioni teoriche frontali e studi di caso con il software Stata in aula ASID.

a) Modelli per scelte discrete in ambito economico: richiami a specificazione e stima dei principali modelli con dati sezionali, vantaggi e problematiche nell’utilizzo di dati longitudinali, modelli dinamici con dipendenza dallo stato. b) Modelli di durata in ambito economico: analisi di dati di durata a tempi continui e discreti, stima parametrica e non parametrica delle funzioni di rischio e di sopravvivenza, specificazione e stima di modelli a rischi proporzionali e non proporzionali, modelli con rischi competitivi, trattamento di dati censurati e length biased, eterogeneità non osservata.

Prova pratica e discussione orale

Analisi di studi di caso con software statistici, e successiva discussione degli aspetti empirici e teorici emersi dall’analisi. Possibilità di homework ad integrazione dell’esame.

CONTENUTO NON PRESENTE

Jenkins S.P. (2005) Survival Analysis (materiale didattico disponibile su web). Letture integrative, selezionati capitoli da diversi testi.