Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
BIOTECNOLOGIE ORD. 2011


8

Piano di studio MEDICO

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 64 0 0 102

Periodo

AnnoPeriodo
III anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201523/01/2016

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
affine/integrativo Nessun ambitoMED/048


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa GORZA LUISAMED/04DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE - DSB

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Prof. ROSATO ANTONIOIstituzionaleMED/04DIPARTIMENTO DI SCIENZE CHIRURGICHE ONCOLOGICHE E GASTROENTEROLOGICHE DISCOG

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Lo studente dovrà possedere nozioni adeguate di Anatomia e Fisiologia Umana, Microbiologia, Biochimica e Biologia Molecolare.

Il corso sarà articolato in due moduli Imunologia e Principi di Patologia e Fisiopatologia. Il modulo di Immunologia introdurrà lo studente allo studio dei meccanismi caratterizzanti la risposta immunitaria. In particolare, verrà illustrato: • come il sistema immunitario sia organizzato in cellule e tessuti; • le modalità di riconoscimento dell'antigene e il processo di espansione della risposta immune; • i componenti effettori della risposta immunitaria e le modalità di eliminazione degli agenti estranei; • i meccanismi centrali e periferici di regolazione della risposta immune e la tolleranza immunologica. Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di: 1. Descrivere i componenti essenziali del sistema immunitario; 2. descrivere le modalità di sviluppo di una risposta immune e i meccanismi effettori operanti 3. comprendere le potenzialità biotecnologiche insite nella manipolazione della risposta immunitaria Il modulo di Principi di Patologia e Fisopatologia verterà sui meccanismi responsabili della perdita dell’omeostasi cellulare e della comparsa di patologie a livello della singola cellula, di apparato-sistema e dell’intero organismo. In particolare verrà illustrato: - come gli agenti eziologici interferiscano con i meccanismi di controllo omeostatico; - quali siano le risposte di cellule e tessuti (morte, degenerazione, stress cellulare, proliferazione/ipertrofia, infiammazione, neoplasia) - come l’instaurarsi delle risposte cellulari e tissutali provochi modificazioni funzionali e strutturali dell’organismo descrivibili come lesioni e malattia. Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di: 1) aver compreso i meccanismi patologici che sono alla base delle malattie umane, 2) essere in grado di trasportare queste conoscenze nella patologia degli apparati e sistemi che verranno trattati in particolare 3) conoscere il contributo e la potenzialità delle tecniche biotecnologiche alla caratterizzazione genetico-funzionale dei quadri fisiopatologici presentati.

Il corso verrà svolto con lezioni frontali mediante l’ausilio di videoproiezione (Powerpoint) ed eventuale collegamento in rete (visualizzazione di quadri istopatologici da archivi-on-line). Gli aspetti di istopatologia verranno discussi in aule dotate di microscopio ottico individuale.

Modulo di Immunologia (Prof. A Rosato, CFU: 2) • Caratteristiche generali del sistema immune, cellule ed organi • Immunità innata • Molecole con funzione recettoriale: le immunoglobuline e il recettore per l'antigene dei linfociti T (TCR) • Generazione della diversità anticorpale e del TCR • Il complesso maggiore di istocompatibilità (MHC), processazione e presentazione dell'antigene • Riconoscimento dell'antigene ed attivazione linfocitaria • Fase effettrice della risposta immunitaria: complemento, citochine, risposte umorali e cellulo-mediate • Tolleranza centrale e periferica Modulo di Principi di Patologia e Fisiopatologia (Prof. L Gorza, CFU: 6) - Definizione di eziologia e di patogenesi. Tipi di danno. La risposta cellulare al danno non letale. - Risposte cellulari di tipo adattativo: ipossia, ischemia, precondizionamento; iperplasia, ipertrofia, atrofia, metaplasia. Aspetti istopatologici principali. - Il danno irreversibile: la necrosi, l’apoptosi o morte cellulare programmata. Il danno da ischemia e da riperfusione - Le difese dell’organismo contro patogeni e non. L’inflammasoma. La piroptosi. La chemiotassi. La fagocitosi. L’infiammazione acuta. Mediatori chimici dell’infiammazione. L’infiammazione cronica. Aspetti istopatologici principali. - Processi rigenerativi e riparativi. Cicatrizzazione e fibrosi. Disfunzioni dei processi riparativi: la cirrosi epatica. - La proliferazione neoplastica. Aspetti generali di classificazione ed epidemiologia delle neoplasie. Effetti locali e sistemici delle neoplasie. Basi molecolari dei tumori. Oncogeni e oncosopressori. Cancerogenesi fisica, chimica, virale, ormonale. - Fisiologia e patologia dell’emostasi. La disfunzione endoteliale. Ruolo dell’endotelio vascolare, delle piastrine, dei fattori della coagulazione nell’emostasi. Le malattie emorragiche. Trombosi e stati trombofilici. L’ateroma. Fattori di rischio dell’aterosclerosi. - Fisiopatologia del sistema emopoietico (anemie, emoglobinopatie, patologie della sintesi dell’eme e dell’emoglobina) - Fisiopatologia generale del cuore: l’insufficienza cardiaca - Fisiopatologia del sistema endocrino: ipo e ipersecrezione ormonale; la resistenza ormonale.

Esame scritto con quesiti a risposta aperta.

La valutazione si baserà sulla capacità dello studente di inquadrare i problemi trattati nel corso e di riferirne le caratteristiche salienti, con particolare attenzione alle ricadute di interesse biotecnologico. Si terrà conto in modo ponderato delle conoscenze impartite nei due moduli.

Abbas, Lichtman, Pillai, Immunologia cellulare e molecolare. : Elsevier, Robbins and Cotran, Molecular basis of disease. : Mac Millan, Robbins and Cotran, Le basi patologiche delle malattie. : Elsevier Italia, 2010

Saranno forniti i file utilizzati durante le lezioni come guida al programma e alcuni articoli in Inglese su argomenti non ancora reperibili nei testi o riguardanti aspetti di interesse biotecnologico.