Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
SCIENZE GEOLOGICHE


12

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 64 13 48 171

Periodo

AnnoPeriodo
II anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201523/01/2016

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteAmbito geologico-paleontologicoGEO/0112


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. MONARI STEFANOGEO/01Dipartimento di Geoscienze

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
-N.D.
Prof.ssa FORNACIARI ELIANAIstituzionaleGEO/01Dipartimento di Geoscienze
Dott. GATTO ROBERTOAffidamento direttoGEO/01Dipartimento di Geoscienze
Dott. GATTO ROBERTOAffidamentoGEO/01Dipartimento di Geoscienze

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Per seguire l'insegnamento con profitto sono sufficienti le normali conoscenze impartite nei corsi a carattere scientifico della scuola secondaria superiore.

Il corso si propone di fornire le metodologie di base per lo studio dei fossili e di illustrare il ruolo della Paleontologia nelle ricostruzioni stratigrafiche, paleoambientali e paleogeografiche. Il corso tratta, inoltre, il significato della documentazione paleontologica nelle teorie evolutive. Vengono forniti gli strumenti tassonomici indispensabili per il riconoscimento dei principali gruppi di invertebrati d’interesse paleontologico e informazioni sul loro significato evolutivo, stratigrafico, paleoecologico e paleobiogeografico.

Lezioni frontali sugli aspetti teorici dei principali argomenti di paleontologia generale e nozioni di base sull'anatomia delle parti molli e delle parti dure dei gruppi di invertebrati marini importanti in paleontologia. Attività di laboratorio: riconoscimento dei processi tafonomici e dei principali gruppi di invertebrati fossili. Attività di campagna: due escursioni.

Introduzione al corso: struttura del corso, cenni storici, concetto di fossile, rapporti tra paleontologia, geologia e biologia. Tafonomia: composizione degli organismi viventi, processi biostratinomici, processi di fossilizzazione della materia organica e delle parti mineralizzate. Paleontologia e evoluzione: prove paleontologiche dell’evoluzione, le teorie evoluzionistiche da Lamarck ad oggi. Microevoluzione: dal rapporto genotipo/fenotipo alla speciazione. Macroevoluzione: l’origine di schemi strutturali nuovi, radiazioni adattative, convergenza, tendenze evolutive, estinzione. Paleoecologia: rapporti con l’ecologia, paleoecologia marina, zonazione degli ambienti marini, ambienti anossici. Autoecologia: fattori biologici e fattori ambientali. Sinecologia: associazione ed ecosistema, relazioni associative, struttura degli ecosistemi, associazioni viventi e associazioni fossili, coevoluzione. Esempi di analisi paleoecologica. Paleoicnologia: processi di fossilizzazione delle tracce, paratassonomia e classificazione delle tracce fossili, bioturbazione. Cenni di paleontologia stratigrafica: evoluzione e paleontologia stratigrafica, tassi di evoluzione delle specie e tempo geologico. Paleobiogeografia: modi e tempi di diffusione degli organismi, dispersione e vicarianza, unità biogeografiche e unità paleobiogeografiche, esempi di ricostruzioni paleobiogeografiche. Paleontologia sistematica: principi e metodi di classificazione degli organismi viventi, omologia e analogia, gruppi monofiletici e gruppi polifiletici. Tassonomia, paleoecologia, paleobiogeografia e valenza stratigrafica dei principali gruppi di invertebrati fossili. Introduzione alla micropaleontologia: cosa studia la micropaleontologia, rassegna dei principali gruppi di microfossili, ruolo litogenetico e biogeochimico dei microfossili, i microfossili come indicatori dell’ambiente e del clima. Attività pratiche di laboratorio sul riconoscimento dei fossili e sulle principali tecniche di analisi micropaleontologica.

Esame orale consistente in un colloquio sugli argomenti trattati durante il corso e il riconoscimento di materiale paleontologico.

Valutazione della capacità di riconoscere e classificare il materiale paleontologico oggetto dell'attività di laboratorio. Valutazione del livello di apprendimento e della comprensione degli aspetti teorici della paleontologia.

RAFFI S. & SERPAGLI E., Introduzione alla Paleontologia. Torino: UTET, 2003 ALLASINAZ A., Invertebrati fossili. Torino: UTET, 1999 CLARKSON E.N.K., Invertebrate Palaeontology and Evolution. Oxford: Wiley-Blackwell, 1998 BOARDMAN R., CHEETAM A.H. & ROWELL A.J., Fossil Invertebrates. Oxford: Wiley-Blackwell, 1987 COCKELL C., (ed.), An introduction to the Earth-Life System. Cambridge: Cambridge University Press, 2008 BENTON M.J. & HARPER D.A.T., Introduction to paleobiology and the fossil record. Oxford: Wiley-Blackwell, 2009

Le lezioni vengono svolte con l'ausilio di presentazioni in formato elettronico. Le presentazioni sono fornite agli studenti all'inizio del corso. Durante il corso vengono distribuiti eventuali aggiornamenti e integrazioni.