Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
SCIENZE NATURALI


9

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 64 0 16 83

Periodo

AnnoPeriodo
III anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201523/01/2016

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline biologicheBIO/099


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa TALLANDINI LAURABIO/09Dipartimento di Biologia

Altri Docenti

Non previsti.

Attività di Supporto alla Didattica

Esercitatore
Dott.ssa CAMERIN MONICA
Dott. PRIANTE ETTORE

Bollettino

Conoscenza dei programmi di Fisica, Chimica, Biochimica Conoscenza dei principali aspetti della Biologia Generale con particolare riguardo alla struttura della cellula e alle sue componenti. Conoscenza di base delle caratteristiche morfologiche e istologiche e dei piani organizzativi degli organismi eterotrofi.

Collegamento degli aspetti strutturali e ultrastrutturali dei sistemi biologici con le funzionalità: comprensione della importanza dei meccanismi molecolari ai fini delle funzoni cellulari, e di conseguenza di tessuti, organi e apparati. Conoscenza delle modalità di comunicazione, chimica ed elettrica, tra cellule, organi e apparati. Importanza degli aspetti regolativi, ovvero della gestione dell'ambiente interno, ai vari livelli di complessità e degli strumenti a questo dedicati Valutazione dei vantaggi nell'evoluzione degli apparati, Valutazione della fitness da adattamenti specifici anche in relazione ai differenti habitat Conoscenza delle principali esigenze e richieste metaboliche;

Il Corso di Fisiologia Generale prevede 64 ore di didattica frontale, e 16 di esercitazioni pratiche, per un totale di 80 ore (9 crediti formativi). Durante il corso , a richiesta degli studenti sono tenute alcune ore, extracurricolari ed accessorie, di tutorial Vengono presentati i meccanismi di base che garantiscono le funzioni dei viventi e l' organizzazione di tali meccanismi in funzioni complesse, mediante l'attività e regolazione di organi e apparati; vengono messi in evidenza gli adattamenti molecolari e strutturali che permettono la sopravvivenza nei diversi ambienti naturali. Il laboratorio sviluppa metodiche di misura di alcuni importanti processi biochimici e fisiologici.

Ia Parte : Meccanismi di base L’approccio ai viventi come sistemi aperti in stato quasi stazionario e meccanismi regolativi. Le molecole costituenti i sistemi biologici : Caratteristiche strutturali e chimico-fisiche Acqua, amminoacidi, zuccheri, lipidi, proteine. Le funzioni delle proteine. Un esempio di macchina proteica complessa:Il Muscolo striato scheletrico ; Membrane, canali e trasporti: Struttura, componenti e organizzazione delle membrane; Trasporti di membrana: passivi , attivi primari e secondari. Il trasporto dell’acqua: l’ipotesi di Curran . I potenziali di membrana. Il potenziale di equilibrio, equazione di Nernst , equilibrio di Gibbs- Donnan, Il potenziale di diffusione. Equazione di GHK. La Funzione neuronale: Le cellule del sistema nervoso, Neuroni e Glia, Il potenziale d’azione: caratteristiche e modalità, Le basi fisiche del potenziale d’azione, I potenziali locali. I Neuroni: tipologie e specializzazioni; L’arco riflesso IIa Parte: Gli apparati e le funzioni della vita vegetativa e di relazione negli organismi eterotrofi Apparati respiratori: I pigmenti respiratori dei vertebrati e degli invertebrati, il trasporto dell’O2, interazioni omotropiche ed eterotropiche, l’ affinità per CO rischi; Il trasporto della CO2, effetto Bohr ed effetto Root, Le superfici respiratorie: evoluzione, dagli scambi in corrente agli scambi in controcorrente; Dalle branchie al polmone a ventilazione –Il mantenimento delle superfici di scambio, Sedi , modalità e regolazione degli scambi. I centri respiratori. Gli apparati circolatori: elementi e organizzazione. Sistemi circolatori aperti e chiusi; Sistemi contrattili autoritmici: i cuori; Il cuore dei vertebrati: eventi elettrici e regolazione della frequenza; I vasi; Ruolo dell’energia cinetica negli apparati circolatori; Emodinamica: Il flusso negli apparati circolatori, La regolazione di flusso e pressione. La statica dei vasi. Gli scambi circolatori, Il sangue : componenti, la coagulazione La regolazione dell’ambiente interno: Equilibrio ionico e osmotico in organismi invertebrati e vertebrati, acquatici e subaerei. Gli organi osmoregolatori: Il nefrone, Organi osmoregolatori extrarenali dei vertebrati. Alimentazione: Evoluzione dei sistemi digestivi; Apparato digerente dell’uomo: struttura e funzioni delle componenti; le secrezioni esocrine ed endocrine del canale alimentare; Regolazioni; Modalità di digestione dei substrati e assorbimento dei digeriti. La Comunicazione Chimica: I recettori; Le Ghiandole: meccanismi e costi della secrezione. Il sistema endocrino: Classi chimiche, funzioni generali e meccanismi di azione e regolazione degli ormoni; Ormoni non liposolubili e liposolubili, meccanismi delle attività. Il sistema endocrino dei vertebrati; Il ruolo dell’ipotalamo; Adenoipofisi: e pars intermedia; Neuroipofisi, Tiroide, Paratiroidi, Le ghiandole surrenali, Il pancreas endocrino; Gli ormoni sessuali; Il Sistema Nervoso : lo sviluppo delle reti neuronali e l’evoluzione del sistema nervoso nei vertebrati; Il Sistema Nervoso Centrale, componenti; il Sistema Nervoso Autonomo componenti; La memoria e l’apprendimento; La percezione dell’ambiente; Caratteristiche generali della percezione sensoriale; I recettori sensoriali e loro proprietà ; Meccanismi della trasduzione sensoriale: dalla trasduzione alla risposta neuronale. Gli organi di senso: Vista, Udito, Olfatto, Gusto, Tatto

L'esame, è condotto, di norma, in forma scritta, e consta di due parti. La Ia parte riguarda i Meccanismi di base, La IIa parte riguarda gli apparati e le funzioni della vita vegetativa e di relazione negli organismi eterotrofi. Nella forma scritta ciascuna parte (Ia e IIa) consta di 10 domande aperte. E' possibile sostenere ambedue le parti nello stesso giorno; In relazione agli accordi presi con gli studenti durante il corso è possibile che l'esame avvenga in forma orale. Un credito del corso si svolge sotto forma di laboratorio, con sei distinte esercitazioni e la scrittura, da parte dello studente, di una relazione per ciascuna esercitazione. La valutazione media delle relazioni concorre alla valutazione finale del corso

Condizione essenziale per il superamento dell'esame di profitto finale è avere raggiunto una sufficiente conoscenza -dei meccanismi di base che regolano la vita degli organismi, a incominciare dalle cellule -della struttura e funzioni degli apparati e degli organi presentati Alla valutazione riportata nelle prove di profitto viene aggiunta la valutazione delle relazioni di laboratorio

Taglietti, Vanni e Casella, Cesare, Principi di Fisiologia. e Biofis. della cellula; Vol II: Scambi tra Cellula e Ambiente_ CapIV e Vpag1-80 e Appendice Pag.139-144. Pavia: La Goliardica Pavese, 2009 Taglietti, Vanni e Casella, Cesare, Principi di Fisiologia. e Biofis. della cellula; Vol III: La Comunicazione tra cellule_ CapVII pag45-71, 104-109; 113-127. Pavia: La Goliardica Pavese, 2009 Randall, Bruggen and French:, Eckert Animal Physiology Hardcover –. : , 2001 Lauralee Sherwood Hillar Klandorf Paul Yancey : Animal Physiology: From Genes to Organisms, 2nd Edit, Animal Physiology: From Genes to Organisms. : 2nd Edition-, 2013 Taglietti, Vanni e Casella, Cesare, Principi di Fisiologia. e Biofis. della cellula;, Principi di Fisiologia. e Biofis. della cellula; Vol II: Scambi tra Cellula e Ambiente_ CapIV e Vpag1-80 e Appendice Pag.139-144.. Pavia:: La Goliardica Pavese,, 2009 • Randall, Bruggen and French,, Fisiologia Animale: meccanismi e adattamenti.. : Zanichelli, 1999., Silverthorn, D.U., Testo i, FISIOLOGIA Un approccio integrato (3°ed). --:. : Ambrosiana Editore, 2007.,

Per ogni argomento trattato sono indicati, mediante programma puntuale e ragionato, i riferimenti precisi sui testi adottati e/o consigliati per lo studio Sono disponibili materiali didattici quali slides, CD-Rom o on line illustrativi delle principali funzioni trattate.