Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
OTTICA E OPTOMETRIA ORD. 2013


8

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 40 0 36 103

Periodo

AnnoPeriodo
II anno2 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/03/201611/06/2016

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteSperimentale e applicativoFIS/018


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Dott. COLOMBO RENZON.D.

Altri Docenti

Non previsti.

Attività di Supporto alla Didattica

Esercitatore
Dott. CHINELLATO MIRKO

Bollettino

Anatomofisiologia oculare con elementi di farmacologia; Ottica oftalmica e visuale

Il corso si propone di far acquisire i contenuti fondamentali della contattologia associando i principi della fisica, dell’optometria e della anatomia-fisiologia del segmento anteriore in modo di permettere la comprensione dei sistemi di compensazione delle anomalie rifrattive.

Lezioni frontali e laboratori

Teoria 1. Evoluzione storica della contattologia 2. Strutture oculari che interagiscono con le lenti a contatto (richiami anatomo – fisiologici) • Palpebre e congiuntiva:struttura, funzione e loro importanza nell’applicazione delle lenti a contatto • Cornea: struttura, metabolismo e morfologia • Lacrimazione: sistema lacrimale, struttura e funzione del film lacrimale; metodi di valutazione qualitativi, quantitativi e loro importanza nell’applicazione di lenti a contatto • Strumentazione per l’indagine, misurazione e valutazione delle strutture oculari interessanti l’applicazione di lenti a contatto: oftalmometria, cheratometria, topografia, biomicroscopia 3. Lenti a contatto rigide • Sistemi costruttivi • Materiali: tipologie • Caratteristiche fisiche • Caratteristiche chimiche • Geometrie: sferiche, toriche, asferiche 4. Lenti a contatto morbide • Sistemi costruttivi • Materiali: tipologie • Caratteristiche fisiche • Caratteristiche chimiche • Geometrie: sferiche, toriche, asferiche 5. Diottrica delle lenti a contatto • Potere reale della lente a contatto • Sistema ottico lente a contatto – occhio • Effetto della curvatura sul potere della lente a contatto • Effetto delle lenti a contatto sulla visione binoculare 6. Approccio con il portatore • Indicazioni per l’uso di lenti a contatto • Controindicazioni all’uso di lenti a contatto • Aspettative del portatore • Anamnesi • Valutazione teorica del risultato finale • Esami preliminari • Metodiche di applicazione 1. Lente tricurva 2. Lente asferica 3. Lente torica 4. Lente a geometria inversa 5. Lente per cheratocono 6. Lente per correzione post – chirurgica 7. Lente ibrida 8. Piggy – back • Controlli e valutazioni post – applicative • Sintomatologia in adattamento – variazione dei parametri delle lenti a contatto • Follow up • Complicazioni e problemi più frequenti durante l’uso di lenti a contatto Pratica Igiene e manutenzione delle lenti a contatto rigide Inserzione, centratura, rimozione delle lenti a contatto rigide Studio e valutazione del comportamento dinamico delle lenti a contatto rigide Interpretazione dell’immagine fluoresceinica Igiene e manutenzione delle lenti a contatto morbide Inserzione, centratura, rimozione delle lenti a contatto morbide Studio e valutazione del comportamento dinamico delle lenti a contatto morbide Uso dell’oftalmometro Uso del cheratometro Uso del topografo corneale Uso della lampada a fessura (illuminazione diffusa, illuminazione diretta, illuminazione speculare, illuminazione per diffusione sclerale, retro – illuminazione) Identificazione dei parametri delle lenti a contatto rigide Modifica dei parametri delle lenti a contatto rigide Identificazione dei parametri delle lenti a contatto morbide

Esame scritto e pratico

La valutazione della preparazione dello studente si baserà sulla comprensione e sulla messa in pratica degli argomenti svolti.

CONTENUTO NON PRESENTE

Testi consegnati e dispense