Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
BIOLOGIA MARINA ORD. 2013


8

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 56 16 0 74

Periodo

AnnoPeriodo
I anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201620/01/2017

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline del settore biomedicoBIO/098


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Dott. SANTOVITO GIANFRANCOBIO/09Dipartimento di Biologia

Altri Docenti

Non previsti.

Attività di Supporto alla Didattica

Esercitatore
Dott.ssa CORR FRANCESCA

Bollettino

Conoscenza dei contenuti del corso di Fisiologia Generale, Fisica (in particolare la dinamica dei fluidi), Biologia cellulare (in particolare i sistemi di trasporto trans-membranali), Biochimica, Zoologia e Storia Evolutiva dei Vertebrati.

Il corso è incentrato sui meccanismi omeostatici alla base delle funzioni degli animali marini, dai geni ai sistemi d’organo, fino all’intero organismo che interagisce con l’ambiente in cui vive. Ci si propone, in particolare, di fornire le conoscenze fondamentali sulle funzioni integrate di questi organismi animali, evidenziando le relazioni fra struttura e funzione, l’evoluzione dei vari organi ed apparati e gli adattamenti funzionali in relazione alle condizioni ambientali. Poiché le interazioni integrate tra i vari sistemi di organi saranno trattati secondo una chiave di lettura tipicamente evolutiva, verrà utilizzato anche un approccio comparativo, prendendo in considerazione i meccanismi utilizzati dai gruppi più rappresentativi degli invertebrati e dei vertebrati.

Il corso si compone sia di lezioni teoriche che di esercitazioni pratiche. Le lezioni teoriche sono organizzate in modo da stimolare la partecipazione attiva degli studenti, anche nella discussione di casi di studio oggetto della ricerca scientifica in ambito marino. Le esercitazioni pratiche comprenderanno attività sia individuali che di gruppo nei quali gli studenti saranno coinvolti in prima persona nello svolgimento di metodologie, finalizzate ad indagare aspetti della fisiologia degli animali marini affrontati nel corso delle lezioni teoriche, e nella discussione dei risultati ottenuti.

L’omeostasi dell’ambiente interno: la regolazione del mezzo interno; organizzazione dei sistemi di regolazione e dei sistemi di organi. I sistemi circolatori e la circolazione dei liquidi corporei: liquidi circolanti; emodinamica ed organizzazione delle pompe circolatorie e delle vie circolatorie; funzioni cardiovascolari integrate; regolazione nervosa ed endocrina; il sistema linfatico ed organizzazione degli organi linfoidi; emopoiesi ed emostasi; l’evoluzione del sistema circolatorio. I sistemi respiratori: superfici e meccanismi di scambio dei gas respiratori; animali con respirazione acquatica e aerea; meccanica respiratoria; trasporto dei gas respiratori; controllo della respirazione e regolazione acido-base. L’osmoregolazione e l’escrezione: organi escretori renali; funzione del nefrone dei mammiferi; sistemi urinari di altri vertebrati ed organi extrarenali; equilibrio osmotico e regolazione del volume; equilibrio acido-base; regolazione nervosa ed endocrina. L'alimentazione: assunzione degli alimenti; digestione e assorbimento.

L'accertamento di profitto avverrà con una prova scritta con domande aperte, eventualmente seguita da una integrazione orale. I contenuti presentati nel corso delle esercitazioni e le attività ivi svolte costituiranno parte integrante del programma di studio.

Verranno valutati: la conoscenza dei contenuti disciplinari, la chiarezza espositiva utilizzando una terminologia appropriata, capacità di stabilire collegamenti inter ed intradisciplinari, la capacità di analisi e problem solving.

A. Poli, E. Fabbri, C. Agnisola, G. Calamita, G. Santovito, T. Verri, Fisiologia animale. Napoli: EdiSES, 2014 A. Poli, E. Fabbri, Fisiologia degli animali marini. Napoli: EdiSES, 2012

Il materiale presentato a lezione sotto forma di presentazione PowerPoint verrà fornito agli studenti e costituirà una integrazione di quanto presente sui libri di testo consigliati. Potrà inoltre essere fornita documentazione aggiuntiva sotto forma di articoli scientifici.