Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
BIOLOGIA MARINA ORD. 2013


7

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 48 16 0 68

Periodo

AnnoPeriodo
I anno2 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
27/02/201709/06/2017

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
affine/integrativo Nessun ambitoAGR/205
affine/integrativo Nessun ambitoVET/042


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa TROCINO ANGELAAGR/20DIPARTIMENTO DI BIOMEDICINA COMPARATA ED ALIMENTAZIONE (BCA)

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Prof. NOVELLI ENRICOIstituzionaleVET/04DIPARTIMENTO DI BIOMEDICINA COMPARATA ED ALIMENTAZIONE (BCA)
Prof. NOVELLI ENRICOAffidamento direttoVET/04DIPARTIMENTO DI BIOMEDICINA COMPARATA ED ALIMENTAZIONE (BCA)

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Nessuno

Il corso intende fornire informazioni sulle produzioni e i consumi dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura in Italia e nel mondo, sulle caratteristiche e le dimensioni dei sistemi di acquisizione e produzione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura; descrivere le caratteristiche e i mezzi di controllo della qualità dell’acqua negli impianti di acquacoltura; illustrare i principali processi di trasformazione e conservazione e descrivere le caratteristiche organolettico-nutrizionali e di igiene e sicurezza alimentare dei prodotti ittici freschi e trasformati.

Il corso si articola in due moduli per un totale di 7 CFU articolato in lezioni frontali (48 ore) e attività pratiche (16 ore). La parte erogata in aula con lezioni frontali intende fornire agli studenti le conoscenze e gli strumenti teorici fondamentali per la comprensione della dimensione produttiva ed economica del sistema considerato, per l’acquisizione delle competenze necessarie alla gestione della qualità dell’acqua nei sistemi dell’acquacoltura e per la valutazione della qualità globale dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, freschi e trasformati. Le attività formative pratiche (16 ore) prevedono attività di laboratorio per l’acquisizione di competenze nella valutazione sensoriale della freschezza di pesci; visite tecniche presso strutture dell’Università di Padova e strutture esterne specializzate nella valutazione della qualità dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura per un approfondimento sulle metodologie analitiche; visite guidate presso mercati ittici per una valutazione in loco della qualità dei prodotti presenti sul mercato.

Modulo AGR20 (5 CFU) Acquacoltura e pesca. Produzioni e consumi dei prodotti ittici in Italia e nel mondo, problemi strutturali e prospettive del settore. Definizioni e classificazioni dei modelli di acquacoltura. Caratteristiche e gestione dell’acqua in acquacoltura. Caratteristiche fisiche dell’acqua (densità, temperatura, stratificazione termica, trasparenza). Caratteristiche chimiche (ossigeno, ammoniaca, minerali disciolti, salinità, pH, durezza, sostanze in sospensione). Filtri meccanici e biologici. Valutazione nutrizionale e organolettica dei prodotti ittici. Influenza dei fattori ambientali e delle tecniche di allevamento sulla qualità dei prodotti ittici. Evoluzione della freschezza. Principali metodi di conservazione e trasformazione dei prodotti ittici e qualità dei prodotti conservati e trasformati. Esercitazioni di laboratorio e visite tecniche per la valutazione della qualità dell’acqua e dei prodotti ittici. Modulo VET04 (2 CFU) Ispezione e controllo igienico-sanitario dei prodotti della pesca. L’Operatore del Settore Alimentare, ruolo e responsabilità. Il Settore Primario e l’OSA. I Regolamenti del Pacchetto igiene e altre norme di settore. I controlli ufficiali, finalità e procedure. Il rischio chimico, biologico e fisico nei prodotti della pesca. Malattie trasmesse dagli alimenti di origine animale (prodotti ittici). Frodi alimentari nel settore ittico. Molluschi eduli lamellibranchi. Raccolta, confezionamento ed etichettatura dei molluschi bivalvi vivi. Autocontrollo aziendale e procedura HACCP.

Sono previste due verifiche scritte (AGR20 e VET04) per ogni appello con domande a risposta aperta, domande a risposta multipla, esercizi.

Lo studente deve dimostrare di aver acquisito conoscenze teoriche, capacità critica e capacità di analisi e di soluzione dei problemi relativi alla gestione della qualità dell’acqua nei sistemi di acquacoltura e della qualità globale dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, freschi e trasformati, considerando la fase di allevamento, la raccolta e la macellazione, la conservazione, e i processi di lavorazione e trasformazione.

M. Saroglia, E. Ingle, Tecniche di acquacoltura. Bologna: Edagricole, 1992 S. Cautadella, P. Bronzi,, Acquacoltura responsabile. Roma: Unimar-Uniprom, 2001 H.A. Bremmer, Safety and quality issues in fish processing. Cambridge, England: Woodhead Publishing Limited, 2000 Cescatti, Feller, Ferrarini & Novelli, La Sicurezza alimentare Per la produzione e il consumo. : Libreria Progetto Padova, G. Colavita, Igiene e tecnologie degli alimenti di origine animale. : Le Point Veterinarie Italie,

Il materiale utilizzato durante le lezioni è disponibile on line in formato pdf per gli studenti su una piattaforma elearning. Sulla stessa piattaforma, sono reperibili le indicazioni di testi/siti per approfondimenti tematici. Si raccomanda la frequenza delle lezioni. Per ulteriori informazioni, contattare direttamente il docente (angela.trocino@unipd.it)