Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
SCIENZE GEOLOGICHE


6

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 32 24 0 28

Periodo

AnnoPeriodo
II anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201620/01/2017

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
baseDiscipline geologicheGEO/026


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Dott.ssa BREDA ANNAGEO/02Dipartimento di Geoscienze

Altri Docenti

Non previsti.

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Propedeuticità: Geografia fisica (Anno I - Semestre I). Per affrontare il corso sono necessarie conoscenze di base di chimica. Per sostenere l'esame é inoltre necessario aver già superato tutti gli esami del I semestre del I anno (Chimica generale; Istituzioni di matematica 1; Geografia fisica). Geologia del sedimentario é a sua volta propedeutico per gli insegnamenti del semestre successivo (Anno II - Semestre II): Rilevamento geologico 1; Geologia strutturale; Geologia stratigrafica.

Scopo principale del corso è il riconoscimento macroscopico delle litologie sedimentarie, ed una conoscenza di base sulle principali strutture e processi sedimentari, almeno da un punto di vista descrittivo. E’ necessaria inoltre una sia pur veloce introduzione ai principali ambienti deposizionali, dal momento che non sono affrontati altrove all’interno della laurea triennale, e risultano invece importanti nello svolgimento dei laboratori sul terreno, campi di rilevamento in primis.

Il corso si articola in 4 CFU di didattica frontale (32 ore) e 2 CFU di esercitazioni (24 ore) in aula. Le esercitazioni vengono svolte con la presenza in classe del docente titolare e di altri docenti di supporto. Si fanno osservazioni macroscopiche su campioni di roccia sedimentaria con l'ausilio di una lente di ingrandimento 10X o 12X, imparando a riconoscere, descrivere e classificare diverse litologie.

Il processo sedimentario: degradazione, erosione, trasporto, selezione, sedimentazione e diagenesi. Rocce terrigene: concetto di maturità tessiturale e composizionale; classificazioni. Rocce carbonatiche: composizione, natura e origine di grani, micrite e cemento; classificazioni. Principali processi diagenetici nelle rocce sedimentarie. Dolomie e dolomitizzazione. Rocce evaporitiche, sedimenti silicei, ferromanganesiferi, fosfatici e residuali. Sedimenti anossici e black shales. Combustibili fossili. Rocce vulcanoclastiche. Strutture sedimentarie deposizionali e post-deposizionali. Processi di trasporto e sedimentazione: trasporto selettivo (correnti unidirezionali, oscillatorie e bidirezionali) e trasporto in massa. Modificazioni post-deposizionali. Accenni sui principali ambienti deposizionali: continentale (conoide alluvionale, fluviale), costiero (spiaggia, piana tidale, delta, estuario, piattaforma carbonatica), marino profondo (torbiditi e ambiente pelagico).

Esame scritto, riguardante sia le tematiche affrontate nelle ore di didattica frontale che in quelle di esercitazione. L'esame si svolge in un'unica prova ed é organizzato in due parti: 1) verifica sugli argomenti di teoria trattati dal docente in aula; 2) descrizione e classificazione di due campioni macroscopici di roccia sedimentaria.

L'esame scritto verrà valutato attribuendo metà valore a ciascuna delle due parti in cui é organizzato l'esame (verifica sugli argomenti di teoria e classificazione dei campioni di roccia sedimentaria assegnati).

Tucker, Geologia del sedimentario. : Dario Flaccovio Ed., 2010 Nichols, Sedimentology and stratigraphy - Second Edition. : Wiley Blackwell, 2009 Bosellini, Mutti e Ricci Lucchi, Rocce e successioni sedimentarie. : UTET, 1989 Tucker, Sedimentary rocks in the field: a practical guide - Third Edition. : Wiley Blackwell, 2011

I pdf delle lezioni sono resi disponibili dal docente su moodle. I campioni di rocce sedimentarie sono disponibili presso l'aula studio.