Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE


11

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 72 0 32 171

Periodo

AnnoPeriodo
I anno2 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
27/02/201709/06/2017

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline biologicheBIO/0511


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
N.D.

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Dott. FRANCHI NICOLAContrattoN.D.Dipartimento di Biologia

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Conoscenze di chimica e fisica

Il corso intende offrire, in chiave evolutiva e comparativa allo stesso tempo, chiavi di lettura delle funzioni degli animali che ne permettono l’interazione con l’ambiente. Si parte dallo studio della cellula eucariotica, in confronto con quella procariotica, del ciclo cellulare e delle divisioni mitotica e meiotica per passare poi allo studio dei tessuti animali e delle principali strutture (sistemi) associate alle diverse funzioni (alimentazione/digestione, omeostasi idrico-salina, riproduzione, circolazione e scambi respiratori, percezione dell’ambiente interno ed esterno). Chiudono il corso alcune lezioni sui concetti di evoluzione per selezione naturale e sessuale e di speciazione. Inoltre, il corso introdurrà gli studenti alla diversità animale presentandone, in chiave tassonomico- evolutiva, i principali gruppi (Invertebrati e Vertebrati). Di questi si approfondiranno la morfologia, le funzioni e gli adattamenti all’ambiente, con particolare attenzione ai gruppi che hanno colonizzato gli ambienti delle acque dolci e salmastre e gli ambienti terrestri, sia naturali che antropizzati. Il corso si propone di mettere lo studente in condizione di determinare correttamente, con l’uso delle Chiavi sistematiche, gli organismi animali (Invertebrati e Vertebrati) sia degli habitat naturali che di quelli antropizzati.

Sono previste 72 ore di lezioni frontali e 32 ore di attività di laboratorio, due alla settimana, che fanno parte integrante del corso e la partecipazione alle quali è obbligatoria.

- Cenni di storia della vita sulla Terra. – Procarioti ed aucarioti. - Origine della pluricellularità. - I tessuti animali: tessuto epiteliale, tessuti connettivi (connettivo, osso, cartilagine, sangue e difese immunitarie), tessuto nervoso; tessuto muscolare e contrazione muscolare. - Principali tappe nell’evoluzione degli animali: Parazoi ed Eumetazoi, Radiati e Bilateri, Acelomati e Celomati, Protostomi e Deuterostomi, Vertebrati - Riproduzione asessuata e sessuata. Gametogenesi e riproduzione negli animali. Aberrazioni nella riproduzione sessuata: ginogenesi e partenogenesi. Ermafroditismo. Prime tappe nello sviluppo embrionale. Sviluppo diretto ed indiretto, tipi di larve. Metamorfosi. - La nutrizione negli animali. Animali filtratori, detritivori, brucatori, predatori (erbivori e carnivori). Digestione intra- ed extracellulare. - Sistema digerente. - La circolazione negli animali. Sistemi circolatori aperti e chiusi. Sangue ed emolinfa. Tipi di cuore. Emociti negli invertebrati. Circolazione semplice e doppia nei Vertebrati. - Gli scambi respiratori negli animali. Diffusione cutanea, respirazione con branchie, polmoni e trachee. - Sistema endocrino. Ormoni liposolubili ed idrosolubili. Ormoni steroidei, derivati aminoacidici e proteici. Principali ghiandole endocrine dei Vertebrati (ipofisi, epifisi, tiroide, paratoroidi, pancreas, adrenali, gonadi) e ruolo degli ormoni da esse prodotti. Ciclo ovarico ed uterino nei mammiferi. - Controllo dell’ambiente interno negli animali. Regolazione idrico-salina ed escrezione. Organi escretori. - Principali tipi di recettori sensoriali: recettori cutanei, meccanocettori (organi dell’equilibrio e della linea laterale), fotocettori, chemiocettori. - Meccanismi dell’evoluzione. Evoluzione per selezione naturale e sessuale. - Nomenclatura scientifica. Concetto biologico di specie. Tipi di speciazione e meccanismi di isolamento riproduttivo. - Introduzione al Regno Animale e sua collocazione e importanza rispetto agli altri Regni. - Cenni sulle caratteristiche chimico-fisiche dei principali ambienti (acquatico, terrestre ed endozoico) e principali adattamenti negli organismi animali. - Principi di tassonomia – Specie e speciazione – concetti di omologia e analogia – convergenze adattative. - Organismi unicellulari – Teorie sull’origine dei Metazoi – Generalità sulla filogenesi dei Metazoi. - Radiata: cenni su Poriferi, Cnidari e Ctenofori; posizione filogenetica di questi gruppi. - Bilateria: simmetria bilaterale e suo significato funzionale; principali differenze strutturali tra Protostomi e Deuterostomi: segmentazione spirale e comparsa del 3° foglietto embrionale; segmentazione radiale, celoma enterocelico. - Acelomati: Platelminti e Nemertei – Adattamenti parassitari di Trematodi e Cestodi. - Comparsa delle cavità interne e loro significato funzionale - Pseudocelomati: Nematodi e cenni sui gruppi minori (Rotiferi, Gastrotrichi, ecc.); adattamenti alla vita parassitaria e adattamenti ad ambienti di transizione, estremi o effimeri. - Celomati: Molluschi, comparsa della metameria, Anellidi e Artropodi (in particolare Insetti: morfologia interna ed esterna, organi e funzioni, cicli vitali). - Cenni filogenetico-evolutivi su Emicordati e Cordati. - Vertebrati: principali caratteristiche di Agnati, Pesci, Anfibi, Rettili, Uccelli e Mammiferi. - Riepilogo della filogenesi generale del Regno Animale. - Cenni di Zoogeografia, distribuzione ed adattamenti degli organismi animali ai differenti ecosistemi, con particolare attenzione all’ambiente terrestre.

prova scritta di riconoscimento di preparati visti durante le esercitazioni propedeutica alla prova orale

Fanno parte integrante del corso le esercitazioni di laboratorio, per le quali è richiesto l’obbligo di frequenza, e sulle quali si baserà la prova pratica di profitto. Nella prova orale, verrà valutato il grado di apprendimento delle tematiche trattate nel corso e la capacità di instaurare collegamenti tra i diversi argomenti.

CONTENUTO NON PRESENTE

Verranno forniti agli studenti materiali cartacei ed elettronici di approfondimento di parti del corso non adeguatamente trattate nel testo consigliato.