Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
BIOTECNOLOGIE ORD. 2011


6

Piano di studio MEDICO

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 16 0 60 102

Periodo

AnnoPeriodo
III anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201620/01/2017

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
affine/integrativo Nessun ambitoCHIM/084
affine/integrativo Nessun ambitoBIO/102


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa SISSI CLAUDIACHIM/08DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL FARMACO - DSF

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Dott. POLVERINO DE LAURETO PATRIZIAMutuazioneBIO/10DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL FARMACO - DSF
Prof.ssa SISSI CLAUDIAMutuazioneCHIM/08DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL FARMACO - DSF

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Gli studenti dovranno aver acquisito le competenze generali riguardanti - la struttura e funzione di acidi nucleici a proteine - elementi di stechiometria

Acquisizione di capacità pratiche nell’analisi qualitativa e quantitativa dei biopolimeri. Introduzione agli approcci sperimentali utili a caratterizzare processi di interazione macromolecola-ligando.

1) preparazione di soluzioni di DNA, calcolo della loro concentrazione tramite spettroscopia UV, verifica del loro stato conformazionale tramite spettroscopia UV 2) Analisi dell’interazioni farmaco-DNA tramite tramite spettroscopia UV-VIS 3) valutazione di cambi conformazionali indotti dal farmaco su DNA plasmidico tramite elettroforesi su gel di agarosio 4) valutazione di interazioni farmaco -DNA tramite elettroforesi su gel di acrilamide 5) Messa a punto di una reazione di PCR. Determinazione del peso molecolare di una proteina mediante cromatografia di gel filtrazione e confronto con un esperimento SDS-PAGE; separazione di proteine e peptidi mediante RP-HPLC; Separazione di una miscela complessa di proteine mediante cromatografia a scambio ionico; Purificazione di una proteina mediante affinity chromatography; Tutte le metodiche usate prevedono la successiva caratterizzazione ed identificazione dei prodotti isolati.

Il corso si propone di mettere a conoscenza degli studenti le principali tecniche di analisi utilizzate in campo biofarmaceutico. In particolare verranno discusse metodologie che poi gli studenti potranno applicare durante le esercitazioni pratiche. Tali conoscenze verranno indirizzate ad un approccio critico nel risolvere problematiche correlate ad analisi quantitative riguardanti macromolecole biologiche. La spettroscopia UV-Visibile e le sue applicazioni. Cenni teorici. Relazioni tra struttura molecolare e proprieta’ spettroscopiche. Effetto delle condizioni sperimentali sulle proprieta’ di assorbimento. Cromofori presenti in biomolecole come polisaccaridi, proteine e DNA. Caratterizzazione di un composto tramite spettroscopia UV-Visibile. Relazioni quantitative in spettroscopia UV-Visibile. Cinetiche enzimatiche. La fluorescenza e le sue applicazioni. Cenni teorici. Concetto di fluoroforo. Fluorescenza intrinseca di proteine ed effetto solvente. Stabilita’ conformazionale ed allosterismo di proteine. Probe fluorescenti per molecole di interesse bio-farmaceutico. Relazioni quantitative in fluorescenza. L’elettroforesi di acidi nucleici e proteine. Applicazioni dell’elettroforesi nel definire modalita’ di formazione di complessi. Tecniche di amplificazione di acidi nucleici. Strategie di purificazione di proteine Progettazione di un esperimento di purificazione di proteine e peptidi: obiettivi e costi Relazione tra struttura di proteine e attività biologica Introduzione alle tecniche di identificazione di proteine Introduzione alle tecniche cromatografiche. Principi generali della cromatografia in fase liquida Cromatografia in gel filtrazione Cromatografia in scambio ionico Cromatografia in fase inversa (RP-HPLC) Cromatografia di affinità Criteri per definire la purezza di una proteina

Esame finale orale o scritto. Per sostenere il colloquio d’esame lo studente deve preparare una relazione di laboratorio e consegnarla almeno una settimana prima del giorno dell’esame.

contribuiranno alla definizione del voto finale : - le modalita' di lavoro raggiunte in laboratorio - la qualita' della relazione scritta - il colloquio orale

CONTENUTO NON PRESENTE

appunti di lezione Dispense e recenti articoli forniti durante il corso