Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
BIOTECNOLOGIE ORD. 2011


6

Piano di studio BIOTECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI E DEGLI ALIMENTI

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 40 0 16 102

Periodo

AnnoPeriodo
III anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201620/01/2017

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
affine/integrativo Nessun ambitoAGR/134
affine/integrativo Nessun ambitoVET/072


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Dott. MASI ANTONIOAGR/13DIPARTIMENTO DI AGRONOMIA ANIMALI ALIMENTI RISORSE NATURALI E AMBIENTE - DAFNAE

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Prof. DE LIGUORO MARCOIstituzionaleVET/07DIPARTIMENTO DI BIOMEDICINA COMPARATA ED ALIMENTAZIONE (BCA)

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Lo studente dovrà possedere conoscenze nel campo della chimica, biochimica, biologia e della fisiologia.

gli studenti dovranno conoscere le principali tecnologie, applicate in campo agroalimentare, per l’identificazione quali-quantitativa di nutrienti e di potenziali residui tossici di contaminanti degli alimenti, atte a garantire la sicurezza, qualità, salubrità, tipicità e origine delle produzioni agro-zootecniche

Sono previste esercitazioni per complessive 16 ore (1 CFU) e 5 CFU di didattica frontale.

Saranno illustrate le varie procedure di estrazione e separazione dalla matrice biologica, sia vegetale che animale, in funzione delle caratteristiche chimico-fisiche delle sostanze da analizzare. Particolare attenzione sarà data alle principali innovazioni delle metodologie di separazione (liquido/liquido, SPE, QuEChERS). Le molecole che verranno prese in considerazione nel corso saranno quelle naturalmente presenti nei prodotti di origine vegetale e animale, come nutrienti, elementi essenziali, antiossidanti, flavonoidi, acidi grassi polinsaturi e vitamine; verranno considerati anche alcuni contaminanti accidentali quali metalli pesanti, micotossine, cancerogeni, diossine, pesticidi e residui di farmaci veterinari. Nel campo dell'identificazione delle molecole organiche (nutrienti e/o contaminanti) verranno trattate le innovazioni nel campo della cromatografia analitica e le evoluzioni nel settore dei rivelatori da UV alla spettrometria di massa. Nel settore degli elementi essenziali o tossici verranno trattate le innovazioni analitiche che dall'assorbimento atomico portano alla spettrometria di massa a plasma accoppiato induttivamente ICP. Infine verranno presentate le strutture preposte al controllo della qualità degli alimenti e della veridicità delle dichiarazioni dei nutraceutici; verranno illustrate inoltre le strutture preposte alla sicurezza e i Piani Nazionali di Sorveglianza emanati annualmente dal Ministero della Salute per la sicurezza e la qualità delle produzioni alimentari.

Esame orale complessivo a fine corso.

Lo studente dovrà essere in grado di predisporre un corretto piano di analisi quali-quantitativo in funzione della tipologia del campione e dell'analita da determinare.

Nebbia, Carlo, Residui di farmaci e contaminanti ambientali nelle produzioni animalia cura di Carlo Nebbia. Napoli: EdiSES, 0 De_Marco, Carlo; Cini, Chiara, Principi di metodologia biochimicaCarlo De Marco, Chiara Cini. Padova: Piccin, 2009 Wang, Perry G.; Vitha, Mark F.; Kay, Jack F., High throughput analysis for food safety. Edited by Perry G. Wang, Mark F. Vitha, Jack F. Kay. Hoboken: John Wiley & Sons, 2014

Testi suggeriti dai docenti; altro materiale (testi, slides powerpoint, articoli scientifici) sarà consultabile al link: https://elearning.unipd.it/scuolaamv/ (Piattaforma Moodle di Scuola). Orario ricevimento studenti: i docenti saranno disponibili tutti i giorni, previo appuntamento concordato.