Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
SCIENZE STATISTICHE ORD. 2014


9

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 48 0 16 69

Periodo

AnnoPeriodo
II anno2 semestre

Frequenza

Facoltativa

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Inglese

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
27/02/201709/06/2017

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteStatisticoSECS-S/019


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. MASAROTTO GUIDOSECS-S/01Dipartimento di Scienze Statistiche

Altri Docenti

Non previsti.

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Elementi di base del controllo statistico della qualità e di programmazione degli esperimenti

- Conoscere e utilizzare correttamente alcune tecniche avanzate del controllo statistico dei processi produttivi e dei sistemi tecnologici. - Conoscere e utilizzare correttamente alcune tecniche avanzate di programmazione degli esperimenti per il miglioramento della performance dei processi. - Conoscere ed utilizzare correttamente le conoscenze di base della teoria dell'affidabilità dei sistemi

Il corso prevede sia lezioni frontali che lezioni in laboratorio informatico. Una parte delle lezioni frontali saranno dedicate all'illustrazione di alcuni articoli tratti dalla letteratura scientifica recente.

1. Il controllo statistico di processo - Introduzione al controllo statistico della qualità: richiami dei concetti di base. - Controllo statistico di processo "univariato": caso nonparametrico. - Controllo statistico di processo "multivariato": - Carte di controllo multivariate (T2 di Hotelling, MEWMA, MCUSUM). - Tecniche di riduzione della dimensionalità: - Metodo di Hawkins (regressione delle variabili), metodo basato sulla t di Doganaksay e Tucker. - Metodo delle proiezioni (PCA, PLS , ecc.) - Decomposizione MYT della carta di controllo di Hotelling. - Fault diagnosis: metodo di calcolo del contributo delle variabili e metodi principali per determinare le cause che generano un “fuori controllo” del processo. - Sorveglianza dei profili. 2. Utilizzo di alcuni piani sperimentali per il controllo della qualità. - Randomizzazione, modelli misti, dispositivi a blocchi. Piani fattoriali. - Applicazioni in presenza di componenti di variazione gerarchica). 3. Affidabilità - Concetti generali. - Misure dell’affidabilità ed esempi di calcolo.

Orale

La valutazione della preparazione dello studente si baserà sulla comprensione degli argomenti svolti, sull'acquisizione dei concetti e delle metodologie proposte e sulla capacità di applicarli in modo autonomo e consapevole.

CONTENUTO NON PRESENTE

- Il materiale usato a lezione dal docente sarà a disposizione nella pagina del corso nel Moodle del Dipartimento di Scienze Statistiche - I libri di testo saranno precisati all'inizio del corso, anche per tenere conto della preparazione pregressa degli studenti