Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
CHIMICA ORD. 2015


6

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 48 0 0 94

Periodo

AnnoPeriodo
I anno2 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
27/02/201709/06/2017

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline chimiche analitiche e ambientaliCHIM/016


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. TAPPARO ANDREACHIM/01Dipartimento di Scienze Chimiche

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Dott. STOCCO GIANLUCAContrattoN.D.Dipartimento di Scienze Chimiche

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Per la frequenza al corso, basilari risulteranno le conoscenze di Chimica Analitica 1 e 2.

A partire dalle principali norme comunitarie e nazionali in materia ambientale, il corso introduce gli studenti alle principali tecniche e metodiche di campionamento ed analisi impiegate nello studio dei processi e delle matrici ambientali, con particolare attenzione alle problematiche legate all’inquinamento atmosferico. In particolare il corso prevede: - Introduzione alle problematiche e ai processi ambientali - Fenomeni ed effetti locali e/o globali - Elementi di legislazione EU e IT - Tecniche e Metodologie di analisi di matrici ambientali - Regolamenti europei REACH e CLP

Lezioni d'aula, esemplificazione di alcuni dettagli strumentali, dimostrazioni del funzionamento di alcune strumentazioni.

Il corso è diviso in due parti. La Prima Parte (40 ore di lezione, 5 CFU) presenta alcuni fra gli aspetti più significativi della chimica dell’atmosfera e dell’inquinamento atmosferico: - l’atmosfera, struttura e proprietà; - la chimica della stratosfera e la riduzione dello strato di ozono; - la chimica della troposfera e l’inquinamento atmosferico; - la rete di monitoraggio della qualità dell’aria; - gli analizzatori automatici per la misura dell’inquinamento atmosferico; - l’origine, le proprietà e le tecniche di misura del particolato atmosferico; - i cicli biogeochimici, con particolare riferimento al ciclo del carbonio; - le conseguenze ambientali della produzione di energia, con particolare riferimento all’effetto dei gas-serra sul cambiamento climatico in atto; - i protocolli internazionali (Kyoto e Montreal); - l’inquinamento in ambiente industriale e la tutela della salute dei lavoratori (TLV); - esempi di tecniche di monitoraggio ambientale. La Seconda Parte (8 ore di lezione, 1 CFU) è dedicata ai Regolamenti REACH e CLP: - i Regolamenti europeo CE 1907/2006 REACH e CE 1272/2008 CLP; la loro applicazione, problematiche e opportunità per il chimico moderno; - Identificazione delle sostanze chimiche secondo REACH.

Orale

Livello di comprensione dei principi chimico-fisici alla base dei fenomeni studiati. Conoscenza dei principi e dei dettagli strumentali delle strumentazioni illustrate nel corso. Conoscenza della terminologia tecnico-scientifica propria della materia.

S.E. Manahan, Chimica dell’ambiente. : Piccin, 2000 A. Baird, M. Cann, Chimica ambientale, 3a Ed. italiana. : Zanichelli, 2013

Appunti di lezione. Materiale didattico fornito dal docente o disponibile presso il sito web del docente: http://www.chimica.unipd.it/andrea.tapparo/pubblica/tapparo.htm