Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
CHIMICA ORD. 2015


10

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 56 0 36 0

Periodo

AnnoPeriodo
I anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
01/10/201620/01/2017

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline chimiche inorganiche e chimico-fisicheCHIM/036
affine/integrativo Nessun ambitoCHIM/034


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. CASARIN MAURIZIOCHIM/03Dipartimento di Scienze Chimiche

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
-N.D.
Dott.ssa GROSS SILVIAContrattoN.D.Dipartimento di Scienze Chimiche

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Calcolo differenziale ed integrale. Elementi di meccanica quantistica. Metodo variazionale e teoria delle perturbazioni per stati degeneri.

Capacità di prevedere il numero di termini generati da una determinata configurazione elettronica. Capacità di stabilire lo stato fondamentale associato ad una determinata configurazione elettronica. Capacità di prevedere la rimozione della degenerazione orbitalica di un determinato termine in presenza di un campo di potenziale esterno di specifica simmetria. Capacità di assegnare il gruppo puntuale di simmetria ad un determinato complesso di coordinazione. Capacità di indicizzare i livelli elettronici di un composto di coordinazione sulla base delle proprietà di simmetria di quest'ultimo.

"Chimica Inorganica 3" si articola in 7 crediti di didattica strutturata frontale e 3 crediti di attivita laboratoristica. Con specifico riferimento alla didattica strutturata frontale, va sottolineato l'uso diffuso di supporti multimediali al fine di rendere quanto più comprensibili possibile gli argomenti trattati. Con riferimento ai 3 crediti di laboratorio, oltre all'attività sperimentale, particolare rilevanza viene data dal titolare dell'insegnamento e dai suoi collaboratori alla stesura delle relazioni. Lo stato di aggiornamento del quanderno di laboratorio di cui ogni studente è fornito è valutato sulla base di almeno due controlli non programmati.

Teoria dei gruppi in chimica inorganica. Sviluppo formale dell’argomento e delle sue applicazioni per lo studio dei composti inorganici. Proprietà elettroniche, vibrazionali e magnetiche dei complessi dei metalli di transizione. Le lezioni d’aula saranno affiancate da una sessione di laboratorio dedicata al consolidamento delle capacità di sintesi di composti inorganici nonché alla loro caratterizzazione spettroscopica. Argomenti affrontati nel corso delle lezioni d’aula: 1. Elementi di simmetria ed operazioni di simmetria; 2. Definizione di gruppo; 3. Rappresentazioni irriducibili e tavole dei caratteri; 4. Gruppi puntuali; 5. LCAO e teoria di Hückel; 6. Considerazioni generali sullo schema di legame metallo-legante; 7. Orbitali molecolari di frontiera di leganti σ-donatori, π-donatori e π-accettori; 8. Complessi ottaedrici ML6 di tipo σ; 9. Complessi ottaedrici ML6 di tipo π; 10. Campo debole; 11. Campo forte; 12. Diagrammi di Tanabe-Sugano; 13. Applicazione della spettroscopia elettronica allo studio delle proprietà elettroniche dei complessi dei metalli di transizione; 14. Metodo della simmetria discendente

Esame scritto

Esame scritto (75% del voto finale). Valutazione delle relazioni di laboratorio (25% del voto finale)

Gary L. Miessler, Paul J. Fischer, Donald A. Tarr, Inorganic Chemistry. New York: Pearson, 2013

Con la ovvia eccezione dei testi consigliati per l'attività didattica struttura frontale e per quella di laboratorio, i docenti dell'insegnamento mettono a disposizione sul proprio sito tutto il materiale che potrebbe essere di qualche utilità per gli studenti: slides proiettate a lezione, articoli di approfondimento, etc.