Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
ASTRONOMIA


6

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 32 0 24 66

Periodo

AnnoPeriodo
II anno2 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
26/02/201801/06/2018

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
altre attivita' Nessun ambitoFIS/056


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. DE SALVADOR DAVIDEFIS/03Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei"

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Prof. D'ONOFRIO MAUROIstituzionaleFIS/05Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei"
Prof. D'ONOFRIO MAUROIstituzionaleFIS/05Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei"

Attività di Supporto alla Didattica

Esercitatore
Dott. AGNESI COSTANTINO

Bollettino

Conoscenza della teoria degli errori di misura. Basi dell'ottica da Fisica Generale II ( i fenomeni di riflessione e rifrazione delle onde, leggi della riflessione e rifrazione, i fenomeni di interferenza, diffrazione da una fenditura e da un foro circolare)

Obiettivo primario del corso è fornire agli studenti le basi di ottica geometrica indispensabili per la comprensione di apparati astronomici, e propedeutica a molti corsi successivi. Verranno svolti esercizi per imparare ad applicare le nozioni teoriche. Tramite esperienze di laboratorio verranno applicate le conoscenze teoriche. Lo studente dovrà imparare a capire analizzare e misurare semplici sistemi ottici.

Lezioni frontali tramite dimostrazioni geometriche con l'ausilio di lucidi. Esempi ed esercizi sugli argomenti principali. Presentazione in classe degli esperimenti. Discussione di gruppo in laboratorio riguardo agli aspetti più critici dell'esperimento. Discussione in itinere delle correzioni alle relazioni.

PROGRAMMA DEL CORSO: richiami su principio della rifrazione e riflessione; il diottro sferico; la formazione dell'immagine nel diottro sferico; le lenti sottili, le lenti spesse e i sistemi di lenti; gli specchi e lo specchio sferico; l'aberrazione sferica e l'aberrazione cromatica; la teoria di Seidel delle aberrazioni; configurazioni ottiche dei telescopi astronomici. ESPERIENZE IN LABORATORIO: misura della lunghezza focale di una lente convergente simmetrica; misura della lunghezza focale di una lente divergente simmetrica; misura dell'aberrazione sferica in una lente convergente simmetrica; misura dell'aberrazione cromatica in una lente convergente simmetrica.

L'esame si baserà su un esame scritto con esercizi e domande di teoria. Sono previste 2 verifiche scritte in itinere. Lo studente produrrà una relazione per ogni esperienza di laboratorio che sarà corretta e discussa in itinere. Il voto finale sarà la media pesata dello scritto e delle relazioni.

Verrà valutata la capacità di presentare i risultati di laboratorio tramite grafici appropriati e coerentemente commentati nelle relazioni. La capacità di analizzare criticamente le misure svolte e di saper descrivere correttamente gli aspetti teorici discussi a lezione. Si valuterà la capacità di risolvere esercizi che applichino le nozioni impartite.

Taylor, John R., Introduzione all'analisi degli errorilo studio delle incertezze nelle misure fisicheJohn R. Taylor. Bologna: Zanichelli, 2000 Secco, Luigi, Ottica geometrica gaussiana e sue deviazionicorso introduttivoLuigi Secco. Padova: CUSL nuova vita, 2000 Tempesti, Piero, <>aberrazioni ottichePiero Tempesti. Padova: Libreria Progetto, 2005

Gli studenti possono avvalersi delle dispense e lucidi del corso scaricabili.