Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
SCIENZE NATURALI


8

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 40 12 32 124

Periodo

AnnoPeriodo
II anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
02/10/201719/01/2018

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline di scienze della TerraGEO/068


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa SALVIULO GABRIELLAGEO/06Dipartimento di Geoscienze

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Dott.ssa DALCONI MARIA CHIARAAffidamentoGEO/06Dipartimento di Geoscienze
Prof.ssa SALVIULO GABRIELLAIstituzionaleGEO/06Dipartimento di Geoscienze
Dott. VALENTINI LUCAIstituzionaleN.D.

Attività di Supporto alla Didattica

Esercitatore
Dott. MOLINARI SIMONE

Bollettino

Conoscenze acquisite con i corsi di Matematica con elementi di statistica, Chimica generale e inorganica, Fisica.

Il corso si propone di fornire allo studente la conoscenza dei principi di base della Mineralogia, delle caratteristiche chimiche e fisiche dei minerali. Il corso si propone inoltre di fornire allo studente la conoscenza dei principi di base delle principali metodologie analitiche per il riconoscimento delle fasi cristalline. Alla fine del corso lo studente avrà acquisito le conoscenze e le competenze per il riconoscimento dei minerali.

Lezioni frontali Esercitazioni di cristallografia morfologica Laboratorio di riconoscimento macroscopico di minerali Gli argomenti oggetto di esercitazioni e laboratorio vengono sempre introdotti dal docente che espone il percorso didattico da seguire; successivamente gli studenti, singolarmente o in piccoli gruppi a seconda della loro preferenza, vengono stimolati al lavoro in autonomia e alla successiva discussione con i docenti.

Principi di cristallografia: la periodicità, il reticolo di traslazione, concetto di maglia e cella elementare, assi cristallografici, indici di una faccia, elementi di simmetria puntuale, i sette sistemi cristallini e le 32 classi di simmetria. i Reticoli di Bravais. Esempi delle principali strutture cristalline. Esercitazioni di descrizione della simmetria di un cristallo: la proiezione stereografica. Cristallochimica: composizione della litosfera e abbondanza degli elementi; i gruppi isomorfogeni, poliedri e numeri di coordinazione;le regole di Pauling.Isomorfismo e soluzioni solide; polimorfismo. Le proprietà fisiche dei minerali e relazioni con la cristallochimica: abito, peso specifico, durezza, frattura e sfaldatura, lucentezza, colore,reattività con acidi, magnetismo, radioattività. Mineralogia sistematica: generalità, composizione, struttura e caratteristiche fisiche dei più comuni minerali delle classi dei carbonati e dei silicati (nesosilicati, sorosilicati, ciclosilicati, inosilicati, fillosilicati, tectosilicati), nonché cenni pertinenti le seguenti classi: elementi nativi, solfuri, alogenuri, ossidi e idrossidi solfati, fosfati. Laboratorio di riconoscimento macroscopico dei minerali. Ottica cristallografica: generalità sulle onde luminose; spettro visibile; luce polarizzata; riflessione e rifrazione; metodi per ottenere luce monocromatica; doppia rifrazione e birifrangenza; superficie d’onda e superficie degli indici; i colori d’interferenza; indicatrici ottiche, orientazione dell’indicatrice ottica nei diversi sistemi cristallini. Metodi di misura degli indici di rifrazione, e di osservazione dei cristalli col microscopio a luce polarizzata, in luce parallela e in conoscopia (cenni). Teoria della diffrazione dei raggi X da parte dei cristalli: generalità sulle radiazioni X; interazioni tra radiazioni e cristallo; equazione di Bragg. Il metodo delle polveri e il diffrattometro; metodi a cristallo singolo (cenni); tecniche spettrometriche: microsonda elettronica e fluorescenza. Microscopia elettronica a scansione. Esempi di calcolo della formula cristallochimica di un minerale.

L'esame consta di una prova orale costituita da: domande aperte, riconoscimento di elementi di simmetria e descrizione morfologica di modelli di cristalli, descrizione delle proprietà fisiche dei minerali osservabili a scala macroscopica finalizzata al riconoscimento degli stessi. Per favorire la preparazione degli studenti, prima di ogni appello d'esame viene sempre organizzata una intera giornata di discussione e ripasso assistito sull'intero programma del corso.

La valutazione della preparazione dello studente si baserà sia sulla comprensione degli argomenti svolti, sull'acquisizione dei concetti e delle metodologie proposte che sulla capacità di applicarli in modo autonomo e consapevole.

Klein Cornelis, Mineralogia. Bologna: Zanichelli, 2012

Oltre al testo di riferimento e per un maggior approfondimento nello studio si suggerisce l'eventuale consultazione dei seguenti testi e materiali didattici: Guastoni, Appiani: Tutto Minerali, ed. Mondadori FD Bloss: An introduction to the methods of optical crystallography. Ed Holt, Rinhart and Winston Mottana, Crespi, Liborio: Minerali e Rocce, Ed. Mondadori Appunti da lezione