Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
BIOTECNOLOGIE ORD. 2011


7

Piano di studio FARMACEUTICO

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 56 0 0 102

Periodo

AnnoPeriodo
III anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
02/10/201719/01/2018

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
affine/integrativo Nessun ambitoCHIM/097


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. CALICETI PAOLOCHIM/09DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL FARMACO - DSF

Altri Docenti

Non previsti.

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Per seguire l'insegnamento di Tecnologia Biofarmaceutica con profitto è necessario possedere conoscenze di base di matematica per semplici elaborazioni di derivate e integrali, basi di chimica generale e inorganica con particolare riferimento alle leggi dell'equilibrio chimico, pH/pKa,reazioni chimiche, solubilità, conoscenza di semplici leggi di fisica e termodinamica, conoscenza delle strutture e proprietà chimico-fisiche delle funzioni molecolari organiche e delle comuni molecole di interesse farmaceutico, conoscenze di biochimica, conoscenze di base di anatomia e fisiologia necessarie per la comprensione delle vie di somministrazione e del profilo farmacocientico e distributivo dei farmacie della loro biodisponibilità.

Il corso di Tecnologia Farmaceutica consente di acquisire le seguenti conoscenze e abilità: -conoscenze di base e razionale dello sviluppo farmaceutico con riferimento a farmaci biotecnologici; -capacità di analisi quantitativa farmacocinetica mirata allo sviluppo del prodotto farmaceutico; -conoscenza dei processi di assorbimento dei farmaci; -conoscenza delle vie di somministrazione per lo sviluppo del prodotto biofarmaceutico; -capacità di analisi biofarmaceutica; -conoscenza critica dei principiali processi e impianti nella produzione farmaceutica; -conoscenza e criteri di selezione di eccipienti impiegati nella produzione di forme farmaceutiche -capacità di progettazione di formulazioni non convenzionali -conoscenza di fattori chiave nella progettazione e analisi critica di formulazioni per via parenterale con riferimento alla produzione. -conoscenze necessarie alla progettazione di sistemi dispersi -potenzialità e problemi nello sviluppo di prodotti per vie di somministrazione non convenzionali (polmonare, nasale, transdermico, oculare)

Il corso di Tecnologia Biofarmaceutica prevede ore di lezioni frontali. Lezioni frontali vengono svolte anche in collaborazione di esperti del settore provenienti dall'industria o docenti di università straniere.

Principi di base della tecnologia farmaceutica: dalla Tecnologia Framaceutica al Drug Delivery. In-put e out-put. Principi e obiettivi della preformulazione farmaceutica Classificazione di prodotti farmaceutici: farmaci biotech, biosimilari e biobetter. Fasi di sviluppo di un prodotto farmaceutico biotecnologico. Farmacocinetica: analisi mediante sistemi compartimentali e non compartimentali. Parametri farmacocinetici ed elaborazioni matematiche. Generici. Biodisponibilità e bioequivalenza Assorbimento dei farmaci: aspetti fisiologici e chimico-fisici dell’assorbimento passivo e attivo, pinocitosi, carrier mediato, ion-pairing. Membrane biologiche. Elaborazioni matematiche di analisi. Pompe di efflusso. Disponibilità: rate limiting step. Solubilità e dissoluzione, considerazioni termodinamiche, Noyes-Withney, micronizzazione e nanoizzazione, processi faramceutici, bagnabilità, eccipienti idrofobici e idrofilici, soluzioni solide, eutettiche, Oswald Freundlich, stato solido, polimorfismo, ciclodestrine, micelle, coniugati, pH/pKa, stato ionico, sali e complessi. Diffusione,I e II legge di Fick, Higuchi, analisi semiempirica. Rilascio da matrici degradabli e rigonfiabili, numero di Deborah. Preformulazione chimico-fisica: micrometrica. Principi generali di set up di processi e scelta di eccipienti. macinazione, teoria e impianti. Aspetti di stabilità di formulazioni d farmaci biotech Sistemi dispersi: concetti generali. Sospensioni, emulsioni e liposomi. DLVO e potenziale zeta. Sospensioni: uso farmaceutico, composizione e produzione. Emulsioni, uso farmaceutico, composizione e produzione. Stabilità e analisi matematiche. HLB e chimica dei tensioattivi. Classificazione. Iniettabili e sterilità: principi di base, processi e tecnologie. Flow-sheet di un processo di preparazione di iniettabili.

L'esame di Tecnologia Biofarmaceutica è composto di una parte a test scritto e una parte orale. Appelli di esame sono programmati nel seguente modo: 2 appelli per ogni sessione ufficiale d'esame (Febbraio-Marzo, Giugno-Luglio, Agosto-Settembre)

La valutazione della preparazione dello studenti all'esame si basa sulla verifica dell'acquisita conoscenza degli argomenti svolti a lezione. Viene data particolare importanza alla capacità di correlare i vari aspetti della tecnologia farmaceutica trattata a lezione e le conoscenze di base.

P. Colombo, Principi di Tecnologie Farmaceutiche. : CEA, A Martin,, Physical pharmacy: physical chemical principles in the pharmaceutical sciences. : ,

L'esame si basa sugli argomenti trattati a lezione. Pertanto gli appunti di lezione rappresentano la principale fonte su cui basarsi per la preparazione dell'esame. Agli studenti vengono anche fornite le dipositive proiettate a lezione. Testi per preparare l'esame sono riportati di seguito