Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
CHIMICA INDUSTRIALE ORD. 2014


10

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 72 10 0 0

Periodo

AnnoPeriodo
I anno2 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
26/02/201801/06/2018

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
baseDiscipline chimicheCHIM/0610


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa LICINI GIULIA MARINACHIM/06Dipartimento di Scienze Chimiche

Altri Docenti

Non previsti.

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Conoscenza della Tavola Periodica degli Elementi e del suo significato; conoscenza di base sulla termodinamica e cinetica che regolano un processo chimico. legame chimico e strutture di Lewis; teoria del VB e MO; orbitali ibridi del carbonio

Al termine del corso gli studenti dovranno: (1) aver compreso gli aspetti generali più importanti che sono alla base della chimica dei composti organici (atomi che interessano la chimica organica e loro struttura elettronica, legami e struttura delle molecole, nomenclatura, interazioni acido- base, interazioni nucleofilo-elettrofilo, concetti di base che riguardano i meccanismi delle reazioni organiche, stereochimica) (2) aver capito i principi che governano la reattività e le proprietà delle più comuni classi di composti organici monofunzionali.

il corso prevede lezioni frontali ed esercitazioni in aula. Saranno inoltre svolti test di autovalutazione al termine degli argomenti e simulazioni in classe del compito finale.

Strutture atomiche e molecolari; Nomenclatura. Regole base per denominare composti organici semplici: alcani, cicloalcani, alogenuri, nitroalcani, eteri, alcheni, alchini, composti aromatici. Geometrie tridimensionali, interazioni intermolecolari, proprietà fisiche Orbitali molecolari 1. Ibridizzazione, orbitali molecolari a due centri Stereochimica. Simmetria, Chiralità e stereogenicità. Descrittori di configurazione assoluta e relativa. Reazioni di trasferimento protonico. Introduzione ai meccanismi di reazione. I processi elementari. Teoria dell’orbitale molecolare e reazioni chimiche. Nomenclatura dei gruppi funzionali principali: alcoli, amine, chetoni, aldeidi, acidi carbossilici e derivati. Reazioni a più passaggi: SN1 e E1. Reazioni di sostituzione nucleofila e eliminazioni Competizione tra SN2, SN1, E2, and E1. Reazioni utili in sintesi organica. Addizione elettrofila a legami π non polari: addizione di acidi di Brønsted, reazioni che coinvolgo stati di transizione ciclici. Reazioni radicaliche. Concetti di basi di sintesi organica. Sistemi π estesi, coniugazione e aromaticità.

L’esame di chimica organica 1 consiste in una prova scritta costituita da domande a risposta multipla e/o a risposta aperta, eventualmente integrati da colloqui orali. Durante il corso potranno essere effettuate delle prove di accertamento in itinere

La valutazione della preparazione dello studente si baserà sulla comprensione degli argomenti svolti, sull'acquisizione dei concetti proposti e sulla capacità di applicarli alla sintesi di strutture molecolari organiche monofunzionali.

Joel Karty, Organic Chemistry: Principles and Mechanisms. New York USA: W. W. Norton & Company Inc, 2014 Clayden, Greeves, Warren, Organic Chemistry, Second Edition. Oxford: Oxford University Press, 2012 Paula Y. Bruice, Organic Chemistry / Edition 7. : Prentice Hall, 2013 P. Y. Bruice, Chimica Organica con Modelli Molecolari. : EDIses, 2012 D. E. Klein, Organic Chemistry, 3rd Edition. : , 2017 D.E. Klein, Organic Chemistry, 2nd Edition. : , 2014

Dispense del docente e-learning (MOODLE DISC) http://www.chimica.unipd.it