Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
OTTICA E OPTOMETRIA ORD. 2013


8

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 24 0 60 103

Periodo

AnnoPeriodo
III anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
02/10/201719/01/2018

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteSperimentale e applicativoFIS/018


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Dott. GHELLER PIETRON.D.

Altri Docenti

Non previsti.

Attività di Supporto alla Didattica

Esercitatore
Dott. CHINELLATO MIRKO

Bollettino

aver superato l'esame di ottica per la contattologia I

Conoscere l'ambito contattologico in tutte le sue forme. Dall'eseguire un esame preliminare per l'indicazione all'uso di lenti a contatto fino all'applicazione di lenti a contatto sia a struttura morbida che rigida. Durante il corso si acquisiscono le abilità cliniche dell'applicazione lenti e della loro valutazione, nonchè l'uso degli strumenti utili per la pratica contattologica

tutoraggio per l'acquisizione delle abilità cliniche e strumentali

UNITA’ DIDATTICHE 1) lenti a contatto uso DW, EW, CW a) caratteristiche fisico-chimiche dei materiali e il DK/L b) EOP ed edema c) la cornea e la richiesta di ossigeno d) lenti giornaliere, mensili, a cambio programmato 2) film lacrimale a) test di lacrimazione b) anomalie del film lacrimale c) rapporto film e materiali lac d) relazione tra buon uso lac e film lacrimale e) drop out i) esecuzione test e scelta della lente più adeguata f) Dry eye patologico e marginale g) Scelta dei sostituti lacrimali (principi attivi e loro applicazioni cliniche) 3) fitting applicativo RGP a) indicazioni e contro indicazioni all’applicazione di lenti a contatto b) scelta topografica di una lente RGP c) filosofie applicative d) valutazione statico-dinamica di un’ applicazione e) visite di controllo 4) Compensazione dell’astigmatismo mediante lenti morbide a) Lenti morbide per astigmatismo (dalle tronche alle lenti a stabilizzazione accellerata) 5) Compensazione della presbiopia mediante lenti a contatto a) monovisione b) Lenti bifocali c) Lenti simultanee d) Scelta tra soluzione RGP e morbida 6) i depositi e la manutenzione a) depositi inorganici b) depositi organici c) la manutenzione chimica d) la manutenzione fisica 7) le complicanze in contattologia a) complicanze fisiche b) complicanze metaboliche c) complicanze tossico-chimiche

Esame scritto-orale. Modalità quiz e domande aperte. Per punteggi di scritto compresi tra 15/30 e 20/30 orale obbligatorio, per tutti gli altri (>20/30) facoltativo. Esito negativo per i punteggi inferiori a 15/30

TESINA MONOTEMATICA Entro e non oltre il termine assegnato, consegnare un elaborato monotematico di contattologia clinica concordato con l’insegnante. L’elaborato entra nel computo della valutazione d’esame per un totale di 3 punti. Il punteggio della tesina è argomentato sull'aspetto formale (rispetto delle forme elementari di scientificità, riferimenti e bibliografia), sui contenuti e sull'originalità dell'argomento scelto

CONTENUTO NON PRESENTE

Dispensa di riferimento del corso distribuita dall'insegnante e la bibliografia d'esame