Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
INFORMATICA ORD. 2014


6

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 32 0 16 102

Periodo

AnnoPeriodo
I anno2 semestre

Frequenza

Facoltativa

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Inglese

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
26/02/201801/06/2018

Tipologia

No results found

Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof. SPERDUTI ALESSANDROINF/01Dipartimento di Matematica

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Dott. BALLAN LAMBERTOIstituzionaleINF/01Dipartimento di Matematica

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste.

Bollettino

Lo studente deve avere conoscenze di base di programmazione e algoritmi. È inoltre consigliabile conoscere i concetti di base in termini di probabilità e di analisi delle funzioni multivariate.

Questo corso insegna i concetti, i metodi e le tecnologie alla base dei Servizi Cognitivi, vale a dire API, SDK e servizi, tipicamente disponibili nella nuvola (cloud), che aiutano gli sviluppatori software a creare applicazioni di intelligenza artificiale. Esempi di funzioni intelligenti che possono essere aggiunte ad un'applicazione tramite l'utilizzo di Servizi Cognitivi sono: il rilevamento delle emozioni da video; riconoscimento facciale, del contenuto visivo e vocale; comprensione linguistica e del parlato. I corso inoltre insegna le competenze e le abilità specifiche necessarie per applicare tali concetti alla progettazione e all'implementazione di applicazioni di intelligenza artificiale. Gli studenti dovranno affrontare esercizi pratici in laboratorio informatico, in modo da provare l'applicazione delle conoscenze acquisite a piccoli esempi pratici.

Il corso consiste in lezioni e esercizi in laboratorio informatico. Gli esercizi in laboratorio informatico consentono agli studenti di sperimentare, in diversi scenari operativi, le tecniche introdotte a lezione. In questo modo gli studenti possono verificare sperimentalmente i concetti appresi in classe, acquisire la capacità di applicare i concetti appresi e di esprimere un giudizio critico.

Il corso comprende gli argomenti elencati di seguito: - Introduzione: Dalla conoscenza umana ai servizi cognitivi intelligenti; Breve introduzione ai paradigmi di Intelligenza Artificiale e Apprendimento Automatico. - Servizi cognitivi: Concetti basilari; Lingua, Discorso e servizi di visione; Servizi e API principali (IBM Watson, Microsoft, Google Cloud); Tecnologie abilitanti. - Problemi di apprendimento automatico e di applicazione: Classificazione; Apprendimento delle rappresentazioni e selezione delle variabili categoriali; Processo di apprendimento e di valutazione; Misure di valutazione. - Riconoscimento visivo: "Insegnare ai computer a vedere": estrarre informazioni ricche da dati visivi; Sfide: perché la visione artificiale è difficile ?; Progettare funzionalità visive efficaci; Apprendimento delle rappresentazioni nella visione artificiale; Comprensione delle immagini. - Esercizi pratici: Cosa c'è nella scatola? Come costruire una pipeline di riconoscimento visivo; Utilizzo di servizi cognitivi per il riconoscimento / comprensione delle immagini; Combinazione di diversi servizi in uno scenario multi-modale.

Lo studente deve sviluppare, in accordo con il docente, un piccolo progetto applicativo. Inoltre, lo studente deve presentare una relazione scritta sul progetto svolto, in cui si discutono criticamente tutte le questioni trattate durante la sua realizzazione. Lo studente presenterà e discuterà il progetto e, se ritenuto necessario dal docente, affronterà un esame orale.

Il lavoro di progetto e l'eventuale esame orale saranno valutati sulla base dei seguenti criteri: a) conoscenza da parte dello studente dei concetti, dei metodi e delle tecnologie alla base dei Servizi Cognitivi; b) capacità dello studente di padroneggiare la tecnologia di implementazione; c) capacità di sintesi, chiarezza e astrazione dello studente, come dimostrato dalla relazione scritta e dal progetto.

CONTENUTO NON PRESENTE

Le presentazioni mostrate durante le lezioni sono rese disponibili agli studenti come materiale di riferimento.