Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
FISICA ORD. 2014


11

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 52 0 54 100

Periodo

AnnoPeriodo
II annoannuale

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
02/10/201701/06/2018

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteSperimentale e applicativoFIS/0111


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Dott.ssa ZALTRON ANNAMARIAN.D.

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
MutuazioneN.D.
DA ASSEGNARE-N.D.
DA ASSEGNARE-N.D.
DA ASSEGNARE-N.D.
Prof. COLLAZUOL GIANMARIAMutuazioneFIS/01Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei"

Attività di Supporto alla Didattica

Esercitatore
Sig.ra VITTADELLO LAURA

Bollettino

- Prima parte - Statistica e Analisi Dati: Sperimentazione di Fisica 1 - Seconda parte - Laboratorio di Elettromagnetismo e Circuiti, Ottica: Fisica Generale 1, Fisica Generale 2, Sperimentazione di Fisica 1 - Propedeuticità : Sperimentazioni di Fisica 1 (solo frequenza), Sperimentazioni di Fisica 2 prima Parte (solo frequenza)

- Prima parte - Statistica e Analisi Dati: comprendere e saper utilizzare lo sviluppo in onde sinusoidali e la trasformazioni di Fourier e Laplace di funzioni generiche e caratteristiche come strumento per lo studio dei fenomeni fisici; saper analizzare dati con strumenti evoluti di analisi statistica in contesti scientifici di ricerca e sviluppo. - Seconda parte - Laboratorio di Elettromagnetismo e Circuiti, Ottica: realizzare circuiti elettrici elementari in corrente continua e alternata e riuscire a misurarne alcune grandezze caratteristiche. Apprendere metodi di misura ed analisi dei dati nel campo dell'ottica geometrica e ondulatoria.

- Prima parte - Statistica e Analisi Dati: Lezioni in aula sui contenuti dell’attività formativa. - Seconda parte - Laboratorio di Elettromagnetismo e Circuiti, Ottica: Lezioni in aula sui contenuti dell’attività formativa e attività in gruppo (generalmente 3 studenti) a cadenza settimanale con esecuzione in laboratorio di esperienze programmate e stesura di report finale (relazioni).

- Prima parte - Statistica e Analisi Dati: Funzioni di Heaviside e Dirac: proprieta' formali ed applicazioni. Trasformata di Fourier: serie di Fourier ed integrale di Fourier; trasformata ed anti-trasformata di Fourier; esempi. Trasformata di Laplace: legame tra la trasformata di Fourier e la trasformata di Laplace; anti-trasformata di Laplace; soluzione di equazioni differenziali ordinarie con il metodo di Laplace. PDF: Probability Density Function(s): Densità Normale (richiami); Momenti, Funzione cumulativa, Funzione Caratteristica; Densità Uniforme e Binomiale (richiami); Densità di Poisson e t-Student; Correlazioni, coefficiente di Pearson. Likelihood e Teorema di Bayes: Funzione di Likelihood (richiami); Teorema di Bayes. Test di Ipotesi e Test statistici: Intervalli di confidenza; p-value. Teorema di Cramer-Rao e Lemma di Neyman-Pearson. - Seconda parte - Laboratorio di Elettromagnetismo e Circuiti, Ottica: Richiami di teoria dei circuiti in corrente continua e alternata ed elementi di teoria delle reti. Quadrupoli e circuiti equivalenti. Circuiti RC e RLC in serie. Linee di trasmissione. Richiami di ottica geometrica. Distanza focale e aberrazioni. Richiami di ottica ondulatoria. Diffrazione da una fenditura. Effetto Faraday. Prisma e reticolo. Descrizione delle misure che saranno effettuate in laboratorio e della strumentazione che verrà utilizzata. Esperienze in laboratorio: - misure di resistenze in corrente continua. - principio di funzionamento e uso dell'oscilloscopio; - circuito RC in serie: tempo caratteristico e risposta in frequenza; - circuito RLC in serie: oscillazioni smorzate e curva di risonanza; - linee di trasmissione; - misure della distanza focale di una lente; - caratterizzazione di fenomeni di aberrazione; - diffrazione e interferenza a 2,3,4 fenditure - effetto Faraday - Misura delle lunghezze d'onda della luce emessa da una sorgente multilinea attraverso uno spettroscopio a reticolo - Misure di indice di rifrazione con un prisma ottico

La verifica di profitto è costituita da un giudizio complessivo comprendente la valutazione del modulo di Statistica e analisi dati (I), consistente in una prova orale, e quella del modulo di Laboratorio (II), consistente nelle relazioni scritte sulle esperienze di laboratorio, una prova scritta sui contenuti del modulo, e una prova tecnico-pratica sull’attività sperimentale in laboratorio.

correttezza e completezza nell’esposizione dei contenuti proposti in sede di orale o di prova scritta; correttezza e adeguatezza nell’uso degli strumenti, nell’esecuzione delle misure e nell’analisi dei dati presi in laboratorio;

M. Loreti, Teoria degli errori e fondamenti di statistica. http://wwwcdf.pd.infn.it/labo/: ,

Dispense; lucidi delle lezioni