Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
BIOTECNOLOGIE INDUSTRIALI ORD. 2014

Tossicologia genetica e chimica dell'ambiente

6

Piano AMBIENTALE

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 48 0 0 68

Periodo

AnnoPeriodo
I anno2 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Inglese

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
02/03/202012/06/2020

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
caratterizzanteDiscipline biologicheBIO/181
affine/integrativoUlteriori attivit formative (art.10, comma 5, lettera d)BIO/182
caratterizzanteDiscipline chimicheCHIM/013


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa VENIER PAOLABIO/19Dipartimento di Biologia - DiBio

Altri Docenti

DocenteCoperturaSSDStruttura
Prof.ssa BOGIALLI SARAIstituzionaleCHIM/01Dipartimento di Scienze Chimiche

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste

Bollettino

Conoscenze di Chimica generale, inorganica e organica, Biologia e Genetica

Il corso vuol far apprendere processi e reazioni chimiche importanti per l’azione di inquinanti nei vari comparti ambientali (aria, acqua, suolo), la varietà degli agenti tossici e i loro possibili effetti ai diversi livelli di organizzazione biologica. Pertanto lo studente dovrebbe acquisire conoscenze operative fondate su 1) principi della chimica ambientale e della tossicologia, 2) agenti tossici di origine naturale o antropica, 3) meccanismi di tossicità con particolare attenzione alle alterazioni strutturali e funzionali del materiale genetico, 4) metodi chimici e saggi biologici per caratterizzare contaminanti di interesse ed individuare esposizione e risposte indotte da agenti tossici nell’uomo e in altri viventi. In termini interdisciplinari, lo studente migliorerà le capacità di ricerca documentale e di analisi critica su problemi posti da agenti tossici.

Sviluppo interattivo degli argomenti del corso; uso di articoli scientifici, banche dati e altre risorse in remoto; potranno esser proposti elaborazioni individuali e di gruppo, seminari e, se realizzabili, visite a siti esterni.

I seguenti contenuti verranno trattati in maggior o minor dettaglio in ragione delle abilità di partenza e dell’interesse degli studenti. Parte A (CHIM). Proprietà chimico fisiche e parametri descrittori in chimica ambientale. Valutazione della distribuzione degli inquinanti in aria, acqua e suolo. Speciazione chimica e sua influenza sulla distribuzione dei contaminanti in ambiente e sulla loro tossicità. Esempi e casi studio modello (1.25 CFU) Macroinquinanti e microinquinanti principali dell'ambiente: composti organici, metalli, inquinanti emergenti. Radionuclidi e fonti di inquinamento radioattivo. Elementi di legislazione ambientale europea. Valutazione e gestione del rischio relativa ai principali inquinanti. (1.25 CFU) Metodologie per la determinazione dei principali parametri chimici e dei composti inquinanti. Esempi di inquinanti e casi di studio. (0.5 CFU) Parte B (BIO). Varietà degli agenti tossici e possibili effetti avversi ai diversi livelli di organizzazione biologica. Tossicocinetica e tossicodinamica (in generale). Bersagli biologici, misure di esposizione, effetto e suscettibilità. Relazioni dose-risposta con o senza soglia, ormesi. Pericolo, rischio, danno. Simboli e norme di sicurezza. Criteri e metodi per identificare agenti tossici, con particolare attenzione alla tossicologia genetica e riproduttiva (1.25 CFU). Effetti e risposte indotte da radiazioni non ionizzanti e ionizzanti. Unità di dose. Risposta adattiva, effetto bystander, radio resistenza in cellule tumorali e in microbi estremofili. Effetti e risposte indotte da agenti chimici: esempi relativi a pesticidi, metalli e metalloidi, tossine animali e vegetali (1.25 CFU). Strategie di biorisanamento mediate da microbi (0.5 CFU).

Il colloquio di esame verterà sulla Parte A (CHIM, 3 CFU) e sulla Parte B (BIO, 3 CFU). Per la parte B, lo studente discuterà anche un argomento (agente tossico o processo biologico inteso come funzione/disfunzione o metodo d’indagine) scelto in accordo con il docente durante il corso e fondato sulla letteratura scientifica. L'illustrazione efficace di aspetti biotecnologici sarà considerata positivamente.

L’esame accerterà 1) comprensione e conoscenza di concetti generali e di argomenti specificamente trattati, 2) capacità d’indagine e pensiero critico su fatti e ipotesi relativi ad agenti tossici, 3) terminologia corretta ed efficacia verbale, 4) interattività positiva durante il corso.

C. Klaassen, Casarett and Doull's Toxicology: the basic science of poisons. New York: McGraw Hill, 2013 S. E. Mahan, Environmental Chemistry. Boa Raton: CRC Press, 2009

Testi di tossicologia e chimica ambientale, articoli scientifici, file di lezione come guida allo studio.