Presentazione

Statistica per le Tecnologie e le Scienze

Percorsi: Tecnologia, Big data, Biostatistica, Metodologico

Accesso libero con prova obbligatoria, che ha solo valore di orientamento e non condiziona l’ammissione.

Caratteristiche e finalita?.
Il corso di laurea in Statistica per le Tecnologie e le Scienze fornisce una formazione interdisciplinare di statistica, matematica e informatica, con approfondimenti verso i piu? recenti avanzamenti nelle tecnologie dell’informazione e le moderne tecniche di acquisizione online di dati. Gli ambiti applicativi di interesse sono molteplici e vanno da quelli tecnologico-sperimentali a quello medico, biologico, sanitario e ambientale. Le attività formative consentono allo studente di acquisire tutte le competenze spendibili, ad esempio, (i) nelle applicazioni della statistica al controllo della qualita? di prodotti e servizi e alla valutazione della capacita? dei processi produttivi; (ii) nella gestione informatica e nell’analisi statistica di big data; (iii) nella progettazione di algoritmi e strutture di dati, nonche? dell’architettura e programmazione di sistemi informatici; (iv) nelle applicazioni della statistica all’analisi di dati provenienti da studi osservazionali e sperimentali tipici dell’epidemiologia e della ricerca clinica.

Materie di studio.
Analisi matematica, algebra lineare, calcolo delle probabilita?, sistemi di elaborazione, basi di dati, statistica, modelli statistici, serie storiche, analisi dei dati multidimensionali, campionamento, ricerca operativa, statistica computazionale, modelli statistici per la tecnologia e la ricerca sperimentale, metodi statistici per big data, algoritmi e strutture di dati, controllo statistico della qualità, statistica medica, epidemiologia, biodemografia. Lo studente potrà completare la sua formazione con insegnamenti a scelta.

Ambiti occupazionali.
La collocazione professionale dei laureati in Statistica per le Tecnologie e le Scienze puo? avvenire in diversi ambiti: aziende di produzione/servizi/commerciali, societa? di informatica, societa? di consulenza, aziende farmaceutiche, istituti di ricerca bio-medica, studi professionali, laboratori, enti o istituti pubblici e privati. Coerentemente con i propri interessi e le proprie attitudini, gli studenti hanno l’opportunita? di specializzarsi nelle principali applicazioni statistiche in ambito tecnologico e di controllo di qualità, biomedico e sanitario, informatico e di data management. Con queste competenze, possono trovare collocazione come tecnici statistici preparati a lavorare e ad applicare le proprie conoscenze in campo industriale, medico, biologico, ambientale e scientifico in generale. Ad esempio, nell'area del total quality management, come tecnici statistici per attivita? di controllo e di programmazione della produzione e miglioramento della qualita?, oppure nell'area dell’information technology, come analisti programmatori, in grado di organizzare ed elaborare i flussi informativi. Infine, specializzandosi in biostatistica, potranno trovare collocazione in aziende farmaceutiche, strutture sanitarie, enti pubblici, enti e istituti di ricerca.

Dalla triennale alla magistrale

Al termine del primo anno, lo studente puo? scegliere uno tra i percorsi proposti dal corso di laurea. Qualunque sia il percorso scelto, alla fine dei tre anni si consegue la laurea triennale ed e? possibile proseguire con la laurea magistrale (si veda http://www.stat.unipd.it/studiare/requisiti-di-ammissione per i requisiti di ammissione).

Il corso di laurea è revisione e razionalizzazione di corsi di laurea pre-esistenti.

Per saperne di più:

http://www.stat.unipd.it/corsi/statistica-tecnologie-e-scienze