Presentazione

Organizzazione della Didattica

DM270
BIOLOGIA MARINA ORD. 2013

Ecotossicologia marina

6

Corsi comuni

 

Frontali Esercizi Laboratorio Studio Individuale
ORE: 48 0 0 85

Periodo

AnnoPeriodo
II anno1 semestre

Frequenza

Obbligatoria

Erogazione

Convenzionale

Lingua

Italiano

Calendario Attività Didattiche

InizioFine
30/09/201918/01/2020

Tipologia

TipologiaAmbitoSSDCFU
affine/integrativo Nessun ambitoBIO/076


Responsabile Insegnamento

ResponsabileSSDStruttura
Prof.ssa MARIN MARIA GABRIELLABIO/07Dipartimento di Biologia - DiBio

Altri Docenti

Non previsti

Attività di Supporto alla Didattica

Non previste

Bollettino

Nessuno

Il corso ha come obiettivo l'acquisizione di conoscenze sul destino ambientale dei contaminanti e sugli effetti che essi producono in sistemi biologici a diverso grado di complessità, dalla cellula alla comunità. Saranno analizzati i diversi approcci alla misura della tossicità in test di laboratorio. Si darà particolare risalto alla scelta e all’uso di bioindicatori e biomarkers e alle diverse tecniche di biomonitoraggio.

Lezioni frontali del docente e alcuni seminari di esperti su specifici temi; alla fine del corso, presentazioni, individuali o in piccoli gruppi, tenute dagli studenti su casi di studio scelti in letteratura, con successiva discussione in aula

1) Introduzione all’Ecotossicologia: origini ed evoluzione di una scienza interdisciplinare (0.25 CFU) 2) Contaminanti in ambiente marino (1CFU) Contaminanti di vecchia generazione e contaminanti emergenti Fonti, vie e forme di apporto, caratteristiche di ripartizione, persistenza, degradabilità 3) Contaminanti e biota (1 CFU) Biodisponibilità, bioconcentrazione, bioaccumulo e biomagnificazione; vie di assunzione, siti di accumulo, biotrasformazione, processi di detossificazione e di attivazione, meccanismi di eliminazione; fattori che influenzano il bioaccumulo e il trasferimento lungo la catena trofica 4) Le modalità di valutazione degli effetti prodotti dall’esposizione a contaminanti ai diversi livelli di organizzazione biologica: molecolare, cellulare, di organismo, di popolazione, di comunità (2 CFU) Criteri e condizioni per la valutazione della tossicità: in laboratorio e in campo Test di tossicità: test acuti e cronici, test su stadi precoci di pesci e invertebrati marini; applicazioni nella valutazione di matrici ambientali diverse Bioindicatori: requisiti, criteri di scelta, applicazioni Biomonitoraggio : definizione delle condizioni generali e delle modalità; biomonitoraggio classico e con esperimenti di trapianto; biomonitoraggio delle popolazioni e delle comunità; biomonitoraggio e valutazione della qualità di ambienti costieri 5) Biomarkers (1.5 CFU) Definizioni e caratteristiche generali, biomarkers di esposizione e di effetto, biomarkers specifici e non specifici. Esempi di biomarkers • biomarker dell'inquinamento da metalli: le metallotioneine • biomarker dell'inquinamento da idrocarburi policiclici (IPA, diossine e PCB): il sistema multienzimatico del citocromo P450 • biomarkers dell'inquinamento da distruttori endocrini : composti organo–stannici e imposex; xenoestrogeni e induzione della sintesi di vitellogenina • biomarkers di danno genetico • immunomarkers • biomarkers di stress ossidativo 6) Strumenti predittivi e normativi (0.25 CFU) QSAR e modelli di valutazione ambientale Regolamenti REACH

Verifica scritta: 5 domande a risposta aperta

Sarà verificata l'acquisizione di conoscenze sugli argomenti trattati durante il corso e la capacità di selezionare, presentare e discutere casi di studio tratti dalla letteratura

C.H. Walker, R.M. Sibly, S.P. Hopkin, D.B. Peakall, Principles of Ecotoxicology. Boca Raton (FL): CRC Press, 2012 M.C. Newman, Fundamentals of Ecotoxicology: The Science of Pollution. Boca Raton (FL): CRC Press, 2014

Saranno fornite le presentazioni power point delle lezioni e una selezione di articoli e reviews per l'approfondimento di alcuni temi trattati

Nessuno

Il corso ha come obiettivo l'acquisizione di conoscenze sul destino ambientale dei contaminanti e sugli effetti che essi producono in sistemi biologici a diverso grado di complessità, dalla cellula alla comunità. Saranno analizzati i diversi approcci alla misura della tossicità in test di laboratorio. Si darà particolare risalto alla scelta e all’uso di bioindicatori e biomarkers e alle diverse tecniche di biomonitoraggio.

Lezioni frontali del docente e alcuni seminari di esperti su specifici temi; alla fine del corso, presentazioni, individuali o in piccoli gruppi, tenute dagli studenti su casi di studio scelti in letteratura, con successiva discussione in aula

1) Introduzione all’Ecotossicologia: origini ed evoluzione di una scienza interdisciplinare (0.25 CFU) 2) Contaminanti in ambiente marino (1CFU) Contaminanti di vecchia generazione e contaminanti emergenti Fonti, vie e forme di apporto, caratteristiche di ripartizione, persistenza, degradabilità 3) Contaminanti e biota (1 CFU) Biodisponibilità, bioconcentrazione, bioaccumulo e biomagnificazione; vie di assunzione, siti di accumulo, biotrasformazione, processi di detossificazione e di attivazione, meccanismi di eliminazione; fattori che influenzano il bioaccumulo e il trasferimento lungo la catena trofica 4) Le modalità di valutazione degli effetti prodotti dall’esposizione a contaminanti ai diversi livelli di organizzazione biologica: molecolare, cellulare, di organismo, di popolazione, di comunità (2 CFU) Criteri e condizioni per la valutazione della tossicità: in laboratorio e in campo Test di tossicità: test acuti e cronici, test su stadi precoci di pesci e invertebrati marini; applicazioni nella valutazione di matrici ambientali diverse Bioindicatori: requisiti, criteri di scelta, applicazioni Biomonitoraggio : definizione delle condizioni generali e delle modalità; biomonitoraggio classico e con esperimenti di trapianto; biomonitoraggio delle popolazioni e delle comunità; biomonitoraggio e valutazione della qualità di ambienti costieri 5) Biomarkers (1.5 CFU) Definizioni e caratteristiche generali, biomarkers di esposizione e di effetto, biomarkers specifici e non specifici. Esempi di biomarkers • biomarker dell'inquinamento da metalli: le metallotioneine • biomarker dell'inquinamento da idrocarburi policiclici (IPA, diossine e PCB): il sistema multienzimatico del citocromo P450 • biomarkers dell'inquinamento da distruttori endocrini : composti organo–stannici e imposex; xenoestrogeni e induzione della sintesi di vitellogenina • biomarkers di danno genetico • immunomarkers • biomarkers di stress ossidativo 6) Strumenti predittivi e normativi (0.25 CFU) QSAR e modelli di valutazione ambientale Regolamenti REACH

Verifica scritta: 5 domande a risposta aperta

Sarà verificata l'acquisizione di conoscenze sugli argomenti trattati durante il corso e la capacità di selezionare, presentare e discutere casi di studio tratti dalla letteratura

C.H. Walker, R.M. Sibly, S.P. Hopkin, D.B. Peakall, Principles of Ecotoxicology. Boca Raton (FL): CRC Press, 2012 M.C. Newman, Fundamentals of Ecotoxicology: The Science of Pollution. Boca Raton (FL): CRC Press, 2014

Saranno fornite le presentazioni power point delle lezioni e una selezione di articoli e reviews per l'approfondimento di alcuni temi trattati